GELA –  Nessuno meglio degli antichi riesce a spiegarci il mondo di oggi: che cosa c’entrano Romeo e Giulietta con il telefono cellulare, Ulisse con la navigazione su Internet, Cleopatra con il marketing?
Martedì 29 novembre, alle ore 18.30 presso il Teatro Eschilo GelaMichele Mirabella, giornalista e “professore” della televisione italiana, presenterà il suo libro, “Cantami, o mouse. Il mondo di oggi spiegato dagli antichi”, edito da Mondadori.

A introdurre l’incontro, Michele Orlando. Dialogherà con l’autore la giornalista Katya Maugeri.

mirabella29In un’atmosfera divertita, con un’ironia che non lascia spazio alla noia, l’autore confronta i grandi miti del nostro passato e le piccole manie della nostra epoca. Il mito della mela della discordia getta una luce tutta nuova sul matrimonio di William e Kate (e le natiche della cognata Pippa). Venere, che splendida si erge da una conchiglia, dà lezioni di vera bellezza alle scollacciate divette della TV. Le tragedie di Shakespeare ci fanno riflettere sui nuovi mezzi di comunicazione (cosa sarebbe successo se Giulietta avesse avuto il cellulare?). Omero può farci capire come i mass media raccontano la guerra, Giulio Cesare e Alessandro Magno come i politici usano la comunicazione, con illuminanti paralleli fra il nodo di Gordio e il taglio dei nastri. E poi le piramidi e i tronisti, Facebook e il fiume Lete, il Discobolo e Francesco Totti.
Nessuno meglio di Michele Mirabella, il “professore” della televisione italiana, esperto e appassionato di cultura classica e docente universitario di sociologia della comunicazione, poteva fare un libro come questo. Nell’atmosfera divertita di un simposio d’altri tempi, con un’ironia che mai lascia il posto alla seriosità e alla noia, l’autore confronta i grandi miti del nostro passato e le piccole manie della nostra epoca. L’affascinante cortocircuito temporale ogni volta rivela uno spunto, mostra un guizzo, regala un lampo, un sorriso.


-- SCARICA IL PDF DI: Cultura: Michele Mirabella presenta a Gela "Cantami, o mouse. Il mondo di oggi spiegato dagli antichi" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata