CATANIA – Il cinema, è da sempre il ritratto della realtà e chi se non lo scomodo intellettuale Pier Paolo Pasolini ne è stato testimone e promotore, una filmografia articolata, contorta, ricca di simboli e messaggi rivolti a una società dedita al consumismo. Ed è proprio a Pasolini che la rassegna, “La Sicilia e il cinema”, promossa da SiciliaAntica dedica la fase conclusiva con una bellissima presentazione, “Pier Paolo Pasolini e l’Etna. Il deserto e il grido” di Sebastiano Gesù, su iniziativa di Assostampa Catania e SiciliaAntica, ieri nella sala E7 delle Ciminiere.
A moderare l’incontro, il segretario provinciale Assostampa Catania Daniele Lo Porto, la giornalista Maria Lombardo e Piero Butera, presidente provinciale dell’associazione. “Amo trattare nei miei lavori argomenti mai esposti da altri, sfaccettature e prospettive mai prese in considerazione” dichiara Sebastiano Gesù, “ecco che nei tanti scritti dedicati a Pasolini, nessuno aveva mai analizzato il suo legame con l’Etna”, ha sottolineato, inoltre, quanto il regista non cercasse nel vulcano, il paesaggio naturalistico, interiorizza la sua figura facendole rappresentare l’essere maligno – legato al fuoco, all’inferno -. 01_libroDurante la presentazione la giornalista Maria Lombardo ha stimolato le osservazioni dell’autore, evidenziando il forte legame di Pasolini con la città di Catania. Un incontro interessante, durante il quale, sono stati proiettati alcuni spezzoni dei quattro film girati sull’Etna: “Il Vangelo secondo Matteo”, “Porcile”, “Teorema” e “I racconti di Canterbury”. Un libro, quello di Sebastiano Gesù impreziosito da bellissime foto che sono a completamento delle parole, valorizzano un volume che mette in luce la ricerca del pensiero pasoliniano, la sua parabola esistenziale, i sopralluoghi effettuato sul Mongibello e la passione usata dal regista per esprimere nel modo più cruento e carnale il suo disappunto verso una società dalla quale bisognava fuggire per redimersi tra la pietra lavica.


-- SCARICA IL PDF DI: Cultura: "Pier Paolo Pasolini e l'Etna. Il deserto e il grido", luogo dell’anima --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata