TRAPANI – Un’ordinanza sindacale necessaria a salvaguardare l’igiene e la salute pubblica. Su indicazione dell’Assessore comunale con delega sindacale all’Ecologia e Ambiente, Girolamo Candela, e in considerazione che la L.R. n.9/2010 prevedeva già per l’anno 2015 che la Raccolta Differenziata doveva essere non inferiore al 65%, l’amministrazione comunale con questa ordinanza sindacale intende garantire l’incentivazione della raccolta differenziata con una serie di regole più stringenti. E’ fatto obbligo, ai residenti e a tutte le utenze domestiche e non domestiche, di effettuare la selezione dei rifiuti prodotti in modo differenziato, prima del loro conferimento al servizio pubblico, di conferire i propri rifiuti in prossimità della propria unità immobiliare secondo un eco calendario. Per i rifiuti ingombranti e le grandi quantità di sfalci di potatura è fatto obbligo di conferire al Centro di Raccolta Comunale in C/da Tribli oppure prenotarsi relativamente agli ingombranti, per il ritiro domiciliare, ai numeri designati. E’ fatto obbligo alla ditta incaricata della gestione del servizio di raccolta di segnalare chi non effettua la raccolta differenziata. E’ fatto obbligo, al responsabile del Servizio di Polizia Municipale, di predisporre un servizio di controllo del territorio al fine di evitare fenomeni di abbandono indiscriminato dei rifiuti.

Per coloro che non rispetteranno le regole scatteranno sanzioni da un minimo di 25,00 euro ad un massimo di 1.000,00 euro. La Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine potranno assumere informazioni, procedere ad ispezioni, rilievi segnaletici, fotografici al fine di accertare violazioni alle disposizioni dell’Ordinanza Sindacale. Nei prossimi giorni saranno effettuate numerose attività di verifica nel territorio comunale.


-- SCARICA IL PDF DI: Custonaci, raccolta differenziata da aumentare --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata