Ultimo appuntamento con la rassegna “Dalla Sala Magma al Teatro di Paglia” lunedì 24 agosto alle 21. In scena, Antonio Caruso, apprezzato e noto autore, attore e regista che per quasi un decennio lo ha visto impegnato in diverse produzioni della Sala Magma, e che nel “piccolo tempio” del teatro e della musica a Catania è recentemente tornato. Domani, proporrà un lavoro che scava nei suoi “flussi di coscienza”: “Libero come un attore” si annuncia un percorso che, lungi dall’autoreferenzialità, porta per mano lo spettatore attraverso percorsi, siano essi familiari o inediti per il destinatario, che non mancano di affascinare e colpire anche nel profondo. Ciò anche grazie allo speciale connubio con le oniriche coreografie ideate e magistralmente interpretate da Tiziana Cantarella.locandina-magma-teatro-paglia

«Libero come un attore è un viaggio di pensieri ad alta voce, riflessioni brevi, inviti, consigli a se stesso scritti tra il 2013 e il 2014 -spiega Antonio Caruso -Sono flusso di coscienza che la penna ha voluto mettere su carta di getto e senza successive correzioni. La condizione che ha permesso una simile scrittura è una sorta di silenzio mentale, dove la penna poteva scorrere sapendo sempre cosa scrivere. In questo “a tu per tu” con il proprio Io, in questo incontro tra il “maschile” ed il “femminile” del sottoscritto s’inserirà la presenza fisica ed eterea di Tiziana Cantarella, ballerina, chiamata a rendere in movimento l’idea di un anima che viaggia verso una liberazione. La performance prende ovviamente spunto dalla condizione dell’attore per uscire poi dai limiti del palcoscenico ed abbracciare la vita tutta»

Scrivi