di Lucia Grazia Nicotra

CATANIA – Un taglio ai capelli, alle basette e al ciuffo e via con il phon a dare un’asciugatina ai riccioliIo, intanto, osservo – seduta comodamente sulla poltroncina all’interno di un noto salone di bellezza di San Giovanni la Punta (ridente paese etneo) – il titolare con la sua fisionomia nordica, quasi  da vichingo, le donne sedute alle poltrone con le chiome impiastricciate e poi scruto colui che mi è seduto di fronte. Che ci faccio qui dentro?  Mi chiedo L’appuntamento per fare l’intervista era proprio d’innanzi al salone, ma lui, Tony Morgan – nel suo stile “rock” – ha pensato bene di entrare e rifarsi il  look… Mi dico, ma sì cominciamo!

Tony Morgan – gli chiedo – sei un attore siciliano ed un artista poliedrico reduce dal successo di “8euro”,  cortometraggio che ha per protagonista un anziano costretto a vivere con solo 8 euro al giorno di pensione sociale. Cosa è cambiato? Quali novità nel tuo lavoro?

«In settembre – risponde – andrò a Malaga a ritirare un premio per “8euro”. Il film, pluripremiato in questi mesi, piace molto perché rispecchia la società e, in modo semplice e diretto, colpisce i sentimenti e il cuore di ognuno di noi.  Questo film è piaciuto anche al regista  Stefano Poletti che mi ha chiesto di partecipare al cortometraggio inedito “Giuseppina” Con Sylvia de Fanti. Non avevo copione ha lavorato e recitato sul set in estemporanea e alla fine – conclude sorridendo – è venuto fuori il film su Sylvia e Morgan…

10325386_4460675370422_5688787800089307592_n

.  Questo film, è stato scelto fra i 12 finalisti del “Let’s all Be Free festival” di Londra. Presto girerò un film per una tv polacca che ripropone il personaggio di “8 euro”, mentre in marzo ho completato il film “Io che non c’entro” in Val D’Aosta».

Hai da pochissimo completato i casting del tuo prossimo lavoro: “Il Coraggio di non farlo”. Di cosa si parlerà?

«È un film positivo, sull’amicizia, dove il personaggio principale, un ricco imprenditore, fallisce e va in crisi. Ma – e qui rispetto al copione iniziale ho modificato il finale  –  le ultime scene faranno vedere che con umiltà troverà una via di salvezza… Il film dà anche possibilità a molti attori siciliani  di potersi esprimere e di poter recitare al fianco di attori professionisti. Non ultimo le location del film sono siciliane, poiché desidero valorizzare i posti più belli della nostra terra!».

Morgan spazia, dunque, dal teatro, al cinema, alla televisione… Non a  caso –  lo ricordiamo –  il primo esordio fu durante il periodo della commedia italiana con i grandi della storia del cinema (Fenech, Mastroianni e tanti altri,).  Il sogno – come ama chiamarlo  lui – iniziò a Roma negli anni Settanta con l’avanspettacolo…  Una scuola durissima quella degli anni ‘70, sino al suo primo incontro con Mario Monicelli nel film “Signori e signore buonanotte” con il collega Mastroianni. Oggi prosegue e va a gonfie vele, di successo in successo. Una fama e una popolarità – desidera sottolineare – che non è solo suo ma di tutti coloro che hanno lavorato al mio fianco. E tra un viaggio in Polonia, in val d’Aosta e altri luoghi affascinanti, o tra la preparazione di un primo con patate o un secondo sfizioso per gli amici e i colleghi che numerosi lo vanno a trovare a casa,  è riuscito a completare la stesura del suo secondo libro. Dopo il successo di “Miss mia cara Miss”,  a breve un nuovo testo. Chissà cos’altro vedremo…

di Lucia Grazia Nicotra

Scrivi