Giornata ricca di eventi in quel di Catania per Gianluca Di Marzio, noto giornalista esperto di mercato. Oggi è stata infatti presentata presso il Grand Hotel Baia Verde di Acicastello l’offerta di Sky per il prossimo campionato di Serie B. Assieme a Di Marzio anche la conduttrice di Sky Sport 24, Diletta Leotta, ma anche Massimo Corcione e Ilenia Moracci. Stasera, il tanto atteso intervento del presidente Pulvirenti nella trasmissione “Calciomercato” su SkySport 1. Un incontro volto a “dare un messaggio di distensione – ha detto Di Marzio – visto che ultimamente il clima non è stato proprio sereno”. Durante la presentazione, Gianluca Di Marzio ha sottolineato che quello della stagione 2015/2016 sarà forse il campionato più competitivo e di livello dopo quello che ha visto per protagoniste Juve, Napoli e Genoa. La presenza di società blasonate e piazze molto calde saranno ingredienti importanti che renderanno ancora più spettacolare un campionato già di suo intenso ed emozionante.

Gianluca-di-MarzioDi Marzio è stato intercettato e intervistato da Catania46.net sulla situazione della società rossazzurra. Ancora da sciogliere il nodo legato alla risoluzione del contratto di Marino con il Vicenza mentre il mercato comincia ad entrare nel vivo. Sempre aperta la pista Brighenti; forte l’interesse per Merchiorri e Ragusa, con Calaiò dato in partenza. Questa l’intervista (fonte Catania46.net):

Come procede la trattativa per la risoluzione del contratto di Pasquale Marino con il Vicenza?

Vicenza e Catania stanno trattando. Agli etnei, come indennizzo, potrebbe andare Brighenti e nell’operazione dovrebbe essere incluso anche il riscatto di Moretti da parte dei veneti. Al momento la difficoltà è legata alle differenti valutazioni economiche che i club fanno dei due giocatori, fino a ieri sera mancava l’accordo. Non escludo che alla fine possa saltare questo tipo di indennizzo e che Marino si liberi dal Vicenza in un altro modo. Anche dopo la lettera di qualche giorno fa, il club biancorosso aveva provato a convincere Marino a restare. Lui però la sua scelta l’ha fatta, è quella di tornare a casa“.

Capitolo attaccanti. Melchiorri in entrata e Calaiò in uscita?

Il Catania per Melchiorri ci ha provato. Il Cagliari, però, resta molto avanti, sia col giocatore che col Pescara. Le dirigenze di etnei ed abbruzzesi sono però in buoni rapporti e fin quando non c’è la firma, il Catania ci proverà. Con l’arrivo di Marino giocherà titolare soltanto uno fra Calaiò e Maniero, è difficile pensare di tenere uno dei due in panchina. Maniero, come caratteristiche, forse è il più adatto, non credo comunque che Calaiò andrà al Chievo. Emanuele è un giocatore importante, quindi non sarà complicato trovare un’altra soluzione.

Che rapporto c’è fra il Catania e Nelio Lucas, il numero uno della Doyen Sports?

Il rapporto che lega sia Pulvirenti che Cosentino con Nelio Lucas credo sia soltanto di amicizia. Fra l’altro, in questi anni, nessun giocatore controllato dalla Doyen è arrivato a Catania. Probabilmente però è attraverso questo rapporto che è nato il legame fra il Milan e la Doyen. La scintilla potrebbe essere scattata proprio in quel famoso incontro di Taormina di due estati fa“.

Arriverà qualche nuovo esterno per il 4-3-3 di Marino?

A Marino piace molto Ragusa, questo non è un mistero. Credo anche possa arrivare un centrocampista di qualità, penso che Brugman possa essere un nome seguito. Certo, la concorrenza è forte, ma il Catania ha le idee chiare e io sono convinto che farà un grande mercato“.

Scrivi