CATANIA – Sabato 9 aprile via alla raccolta di firme a sostegno della legge di iniziativa popolare della Carta dei diritti universali del lavoro

Alle 10,30 banchetto in piazza Università col segretario nazionale Slc Cgil Massimo Cestaro

Dalle piazze cittadine più importanti ai centri commerciali più trafficati, alle principali vie dei comuni della provincia Etnea. Qualche volta pure in compagnia di artisti di strada. Sabato 9 parte anche a Catania la raccolta di firme promossa dalla Cgil a sostegno della legge di iniziativa popolare per l’affermazione della Carta dei diritti universali del lavoro e dei tre quesiti referendari sempre sui temi del lavoro.

Sabato a partire dalle ore 10,30 al banchetto di Piazza Università sarà il segretario generale di Slc Cgil nazionale, Massimo Cestaro, ad invitare  i cittadini a sostenere l’iniziativa insieme al segretario generale della Camera del lavoro di Catania, Giacomo Rota.

I tre quesiti referendari, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.69 del 23 marzo 2016, sono finalizzati al sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per la Carta dei diritti e avranno come oggetto i seguenti temi: la cancellazione del lavoro accessorio (voucher); la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti; una nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al di sopra dei cinque dipendenti.

La raccolta di firme proseguirà sino al 9 luglio mentre sino ad ottobre sarà possibile presentare le firme per la presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare, la Carta dei Diritti Universali del Lavoro, composta da 97 articoli che disegnino un nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori, che estenda i diritti a chi non ne ha a prescindere dal profilo lavorativo o dal contratto e che si basa sul principio che i diritti di chi lavora sono universali: dalla maternità al diritto al riposo, dai permessi agli ammortizzatori sociali, dal giusto compenso alla libertà di espressione; diritti che si applicano ai lavoratori indipendentemente dalla tipologia di occupazione e di contratto.

“Per la Cgil di Catania, per la segreteria provinciale, per tutte le categorie e per migliaia di militanti del sindacato, è già scattato dallo scorso febbraio un impegno fatto di mobilitazione, informazione e confronto nei luoghi di lavoro, senza sosta e con il massimo dell’impegno – commenta Giacomo Rota –. Sono state oltre trecento le assemblee programmate ed eseguite in città e provincia, e in una, quella fissata lo scorso 24 febbraio al Palazzo della Cultura, in forma di attivo della Funzione pubblica , ha partecipato anche la segretaria generale Susanna Camusso”.

Sabato 9 i banchetti cittadini saranno allestiti nelle seguenti piazze: Piazza Carlo Alberto  dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19; Piazza Stesicoro dalle ore 16 alle ore 20 ( giocolieri ); Via Etnea ( entrata villa bellini ) dalle ore 16 alle ore 20; Via Etnea 302 ( angolo via Umberto) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20; Piazza Università dalle 9 alle 13 e dalle ore 16 alle ore 20; Piazza Europa dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20; Piazza Duomo incrocio Via Garibaldi dalle ore 8 alle ore 12; Piazza Michelangelo dalle ore 16 alle ore 20; Piazza Chiesa Madre San Giovanni Galermo dalle ore 16 alle ore 20; Cortile Platamone dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle 20; Piazza Teatro Massimo dalle ore 18 alle ore 22 (con la presenza di Artisti di Strada ); Centro commerciale Porte di Catania dalle ore 10 alle ore 20; Piazza del Carmelo dalle ore 16 alle ore 20; Librino Via Bummacaro 5 dalle ore 9 alle ore 13. Domenica 10 aprile la raccolta proseguirà Piazza Verga dalle ore 9 alle ore 13; Piazza Michelangelo dalle ore 9 alle ore 13; Piazza Europa dalle ore 16 alle ore 20; Piazza Nettuno ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16 alle 20; Piazza Stesicoro dalle ore 16 alle ore 20; Via Etnea ( ingresso Villa Bellini) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 20. In contemporanea, la raccolta si terrà nei comuni di Acireale, Misterbianco, San Giovanni La Punta, Paternò, Biancavilla, Adrano, Giarre, Maletto.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi