BRUXELLES «La Giornata internazionale non sia una mera celebrazione, ma deve costituire l’occasione per riflettere sulla situazione in cui si trovano le persone con disabilità, che in Italia sono più di tre milioni, di cui oltre l’80% anziani e i due terzi donne e che troppo spesso devono fare i conti con avvilenti condizioni di esclusione sociale». Così Michela Giuffrida, europarlamentare del Pd, in occasione della «Giornata internazionale delle persone con disabilità.
Non solo celebrazioni, ma anche iniziative concrete. Michela Giuffrida ritiene «indispensabile e urgente intervenire in maniera concreta per migliorare la qualità della vita di queste persone e in questo contesto, come ha fatto rilevare di recente il presidente dell’Anci Piero Fassino, uno strumento importante è rappresentato dal Piano per l’eliminazione delle barriere Architettoniche che, nonostante sia obbligatorio per legge dal 1986 per gli edifici pubblici e dal 1992 per lo spazio urbano, è stato finora adottato solo da pochissimi Comuni».
«Avere città prive di barriere – afferma l’eurodeputato Michela Giuffrida -per la Sicilia costituirebbe inoltre un importante fattore di attrazione turistica: il mercato del turismo accessibile vale in Europa 800 miliardi di euro e occupa oltre 9 milioni di persone, tra cui migliaia di disabili, senza dimenticare che gli interventi di ristrutturazione per l’abbattimento delle barriere darebbero respiro all’attività del settore edile».

 

Scrivi