TROINA  – Grande partecipazione al convegno “Famiglia e disabilità, bisogno e supporti” che si è tenuto alla Cittadella dell’Oasi di Troina (EN) sabato 5 novembre. Tra i temi centrali il sistema famiglia e la disabilità. Un focus sui bisogni delle famiglie che hanno al loro interno un congiunto con disabilità e sui necessari supporti psicologici, spirituali, educativi, sociosanitari e legislativi che la società deve garantire.A promuovere questo importante convegno l’IRCCS Oasi Maria SS. di Troina di padre Luigi Ferlauto. Nel tavolo dei relatori si sono alternati genitori che vivono a vari livelli la disabilità, rappresentanti delle associazioni, operatori dell’area sanitaria, e poi i rappresentanti delle istituzioni locali, regionali e nazionali. Al convegno, il sottosegretario di Stato al Lavoro e alle Politiche Sociali on. Franca Biondielli, che ha confermato la stabilizzazione del Fondo per la Non autosufficienza che quest’anno avrà una dotazione di 400 milioni di euro. “E’ stato un grande passo avanti – ha detto il sottosegretario – perché questo fondo, che era stato stanziato un anno fa, adesso continua in modo strutturale e dunque dà più sicurezza alle Regioni che possono fare progetti e garanzia per coloro che hanno difficoltà. Certamente il fondo va rafforzato, quando siamo arrivati era completamente azzerato. Per quanto riguarda la legge del Dopo di Noi – ha continuato il sottosegretario – entro novembre avremo i decreti attutativi concordati con le associazioni e le regioni che hanno espresso la loro disponibilità apportando accorgimenti, e quindi una risposta importante per quelle famiglie che pensano al futuro dei loro cari”.  Tra i relatori anche la senatrice Venera Padua, una dei relatori della nuova legge che prevede l’inserimento nei LEA dei trattamenti per l’autismo,che ha parlato di formazione e competenza, un binomio fondamentale per dare risposte concrete alle famiglie.

Presente anche il vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana On. Giuseppe Lupo, il quale ha parlato della nuova norma approvata recentemente dal Parlamento siciliano legata a facilitare il dialogo tra gli Assessorati alla Famiglia e alla Salute per meglio sostenere le politiche a supporto della disabilità, con uno stanziamento di cinque milioni di euro finalizzati alla realizzazione di importanti progetti. Per il direttore scientifico dell’IRCCS di Troina, professore Maurizio Elia, i dati sulle persone con disabilità non sono confortanti. Dai recenti risultati Censis emerge che le persone con disabilità in Italia sono circa 4 milioni, con la possibilità di averne 6 milioni nel 2020. Ci sono poi altri due fattori importanti: la spesa pro-capite per la disabilità di cui l’Italia è fanalino di coda, l’Europa infatti investe circa 535 euro e l’Italia ne spende circa 400 e che la gestione del disabile, sempre in Italia, è lasciata integralmente alla famiglia la quale si è calcolato che arriva a lavorare, in termini di assistenza, fino a 17 ore al giorno”. “Esprime soddisfazione sul risultato del convegno il professore  Serafino Buono – coordinatore scientifico del convegno – . Abbiamo messo in campo le massime autorità politiche paladini della difesa dei diritti delle persone con disabilità. Siamo riusciti nell’obiettivo di riunire le associazioni e le famiglie consentendo loro di esprimere i loro bisogni, Abbiamo analizzato i supporti che la politica e i servizi socio-sanitari offrono alle famiglie e soprattutto emerge come l’Oasi riconferma l’impegno, la solidarietà e la disponibilità ad aiutarle. Infine – ha concluso il professore Buono –  stiamo lavorando per realizzare strutture per il “Dopo di Noi” e altrettanto per fronteggiare la problematica dell’autismo sia in età evolutiva che in età adulta”. Spazio anche alle associazioni con la presenza dei loro rappresentanti  tra i quali “Noi e l’Oasi”, l’ “ANFFAS Onlus Sicilia”, l’ “ANGSA”,  l’ “OR.S.A.”, l’ “Ass. per la Sindrome di Prader Willi” e “MO.V.I.S”, che hanno accolto la proposta dell’Oasi  di costituire un’unica federazione per tutelare al meglio i diritti dei disabili ed essere maggiormente rappresentativi nelle istituzioni politiche.


-- SCARICA IL PDF DI: Disabilità, entro novembre operativa la legge sul "dopo di noi" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata