Si riparte dall’Euro Winner Cup. Soares: «Siamo sulla strada giusta!»

di Gianluca Virgillito

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiude con l’amaro in bocca l’avventura della Domusbet Catania Bs in quel di San Benedetto del Tronto per disputare le partite della fase finale di Coppa Italia. Nella finalissima Terracina batte i rossazzurri ai calci di rigore. Tanto dispiacere per una partita iniziata in sordina (doppio vantaggio degli avversari con Andrezinho e Lorenc, vera spina nel fianco, autore di giocate pregevoli e rete in rovesciata), in cui gli uomini di Soares hanno alzato la testa in tempo per pareggiare la partita (segnature di Zurlo e Be Martins) ma non per vincerla. Sono stati necessari i supplementari, dove la partita poteva essere vinta per la verità, se le occasioni di Rodrigo e Be Martins avessero avuto più fortuna (palo pieno per il secondo), e i rigori per decidere il vincitore dell’edizione della Coppa di quest’anno. Alla fine la spuntano gli avversari. 1 a 0 finale, errore fatale di Be Martins.

Amareggiato, ma comunque soddisfatto a fine gara il mister verdeoro Soares: « Abbiamo dato tutto fino alla fine purtroppo sono loro ad alzare la Coppa, complimenti agli avversari. Se analizziamo la gara abbiamo buttato i primi sei minuti. Eravamo timorosi, frettolosi e non tranquilli. Abbiamo subito due gol evitabilissimi proprio per cattivo approccio. Poi siamo tornati, con le nostre idee, il nostro saper fare beach e il nostro saper reagire. La rimonta da 2-0 a 2-2 consegna tanta fiducia. Anche perché subito dopo potevamo anche vincere la gara ai supplementari. C’è amarezza per quei due liberi-rigori del secondo tempo che potevamo consegnare il pari in anticipo. Adesso lavoro. Sono soddisfatto nonostante la sconfitta. Non dimentichiamoci che questo e’ un gruppo nuovo, che lavora insieme da soli 15 giorni. Siamo sulla strada giusta credetemi».

Delusione da smaltire in fretta, Euro Winner Cup alle porte. Catania è pronta ad ospitare il mega evento del beach. C’è da scommettere che capitan Platania e compagni, oltre che al mister e tutta la società, daranno battaglia per fare bella figura.

Gianluca Virgillito

Scrivi