PALERMO – Dal 12 al 16 aprile 20 aziende partiranno dalla Sicilia per l’Azerbaijan, per avviare partnership imprenditoriale e creare nuove realtà produttive.

La missione è stata presentata ieri all’hotel Ibis di Palermo, nel convegno organizzato da Italy progress col patrocinio del Comune di Palermo e dell’Azeri Observer. All’iniziativa hanno partecipato, oltre che rappresentanti dell’associazione Italy progress, anche Giovanna Marano, assessore alle Attività Produttive del Comune di Palermo, e Domenico Coco, consolo onorario Azerbaijan di Sicilia e Calabria.

Le circa 20 aziende che ad aprile partiranno, operano nei settori dell’agroalimentare, dell’artigianato con particolare attenzione all’oreficeria, della produzione di manufatti per l’edilizia e di interior design. La missione imprenditoriale promossa e coordinata da Italy progress, metterà in contatto queste aziende con business partner azeri, scelti in base agli obiettivi di sviluppo economico dell’impresa.

Le fasi di assistenza e di affiancamento delle imprese saranno seguite dall’associazione che riunisce avvocati, commercialisti, esperti di logistica e di internazionalizzazione e che ha maturato esperienza pluriennale sia in Italia (Palermo e Ravenna) sia all’estero (Azerbaijan, Dubai, Turkmenistan, Kazakistan, Emirati Arabi Uniti, Iran). Il metodo seguito sarà quello di costruzione del miglior progetto sulla base delle specifiche esigenze aziendali, sviluppando strategie innovative e mirate. L’Azerbaijan, al centro della millenaria via della seta, è uno dei maggiori produttori di petrolio e di gas naturale del mondo e oggi rappresenta uno dei principali corridoi di trasporto dell’energia verso l’Europa.

Il Paese è in forte crescita economica grazie alla politica di attrazione di investimenti del governo azero che sta puntando molto sulla diversificazione dell’economia nazionale. Agli investitori stranieri sono destinati diversi programmi governativi e numerosi incentivi di carattere fiscale: le società con sede presso i parchi industriali tecnologici sono esenti da ogni tassa per 7 anni, per le piccole e medie società è prevista l’esenzione Iva e la tassazione al 4% o al 2% se la tassazione è fuori dalla capitale Baku.

“Stiamo puntando sull’internazionalizzazione delle imprese – ha commentato Giovanna Marano assessore alla Attività Produttive del Comune di Palermo – e l’Azerbaijan rappresenta una dei Paesi con cui vogliamo avviare azioni di partenariato. Il sindaco Orlando ha già in programma una visita istituzionale a Baku, capitale dello Stato azero, per valutare partnership culturali ed economiche”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi