CATANIA – Hanno scelto Catania, su invito di Nuovaimpresa Confcommercio, cinque rappresentanti di fondi Americani – SVANGELS, ACCURE PARTNERS, VC FUND, MORN VENTURE PARTNERS, IRF CAPITAL – organismi che aderiscono all’Associazione Nazionale dei Venture Capital Statunitensi e che vengono chiamati Capital Ventures o Ventures,  per scovare nuove attività imprenditoriali da finanziare, ma anche di investimenti da realizzare.

Al centro dell’attenzione il settore turistico, con una serie di proposte progettuali lungo la costa catanese, e l’area sempre più abbandonata della zona industriale che potrebbe essere riconvertita in un area industriale 4.0. con la realizzazione di data center, vere e proprie industrie dell’informazione.

I rappresentanti di questi fondi che hanno sede in grandi città degli USA hanno incontrato nei giorni scorsi 16 start up innovative, tutte catanesi e del territorio etneo, specializzate nell’ambito delle tecnologie avanzate e nella realtà virtuale e aumentata, selezionate tra oltre 50 che avevano fatto richiesta nei mesi scorsi a Nuovaimpresa, il servizio di assistenza alla creazione d’impresa nato nel 1997 a Catania in seno a Confcommercio da un’idea di Franz Cannizzo, consulente di direzione ed organizzazione d’impresa, e di Pietro Agen, presidente regionale di Confcommercio, che ha permesso in questi anni la formazione di imprese ad oltre 1000 nuovi imprenditori e lo start up di ben 600 progetti imprenditoriali.

Spettatori interessati dell’incontro con le start up più innovative sono stati i professori di alcuni Istituti scolastici che in tal modo hanno iniziato a valutare come poter valorizzare il territorio, dal punto di vista imprenditoriale e tecnologico, ma anche come tracciare dei possibili percorsi futuri di alternanza scuola lavoro con i propri studenti.

Le 16 imprese selezionate da Nuovaimpresa hanno avuto a disposizione 5 minuti di tempo per il illustrare agli investitori il loro progetto di business. Se avranno fatto “colpo”, se i loro progetti risulteranno interessanti dal punto di vista economico, verranno finanziati dai Ventures USA. E questo lo scopriremo nei prossimi mesi.

“Il futuro è già cominciato per Catania – afferma il responsabile di Nuovaimpresa Franz Cannizzo -, nonostante una crisi economica che dura da diversi anni e che forse è servita da impulso per la ripresa. I Ventures sono stati favorevolmente impressionati dai progetti imprenditoriali  proposti, sia per l’attenta analisi di fattibilità economica di ogni singola iniziativa realizzata nei mesi scorsi sia dal team che potrebbe essere costituito, per le ottime competenze professionali. In particolare sono stati presentati progetti  relativi l’utilizzo di droni nel settore immobiliare, sulla realtà virtuale turistico museale, su comparatori di prezzo relativi ai mezzi di trasporto, sulla raccolta robotizzata delle olive e molto altro ancora”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi