CATANIA − Giovedì 31 marzo alle ore 19 presso l’Auditorium del Campus D’Aragona in via Monsignor Ventimiglia 184 a Catania, si terrà la presentazione del volume “Sussidiarietà e … spesa pubblica” organizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo.

In un momento storico di particolare crisi economica, la spesa pubblica rappresenta ancora una voce di bilancio che grava pesantemente sull’economia del Paese e le politiche fiscali attuate dal governo appaiono ancora inadeguate.

Il rapporto 2014-2015 ipotizza un modello che integri sussidiarietà e centralismo, ottimizzando l’uso delle risorse e producendo un aumento del PIL.

A una spesa pubblica centralizzata che investa nei principali campi di intervento dello Stato, è possibile alternare una serie di politiche sussidiarie orizzontali (rapporto tra il settore pubblico e il settore privato) e verticali (ripartizione dei diversi poteri tra diversi livelli di governo).

In tempi diversi l’autorità governativa decide di concentrare le decisioni di spesa o di decentrarle. Tuttavia, anche quando si decentra l’imputazione e la responsabilità della spesa, la decisione locale/regionale è condizionata da leggi statali che limitano la capacità di manovra.

La presentazione catanese, nel dialogo con i relatori invitati, intende affrontare alcune caratteristiche inerenti la capacità e le finalità della spesa pubblica, la dimensione territoriale ottimale per il migliore sfruttamento delle risorse locali, la partecipazione delle comunità locali alle decisioni di spesa. Tenendo conto delle competenze e professionalità dei relatori invitati, vengono affrontati questioni quali i diversi impieghi della spesa pubblica nelle regioni italiane, il ruolo che la spesa pubblica può svolgere nei processi di sviluppo e benessere delle persone e delle collettività e, in particolare, in settori importanti quali l’università e la sanità.

Relatore dell’incontro sarà il prof. Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà che illustrerà i temi del rapporto 2014-2015, mentre la moderazione sarà affidata al prof. Luigi Scrofani, docente ordinario presso l’Università degli Studi di Catania.

Interverranno l’avv. Enzo Bianco, sindaco della città di Catania, e il prof. Giacomo Pignataro, rettore dell’Università di Catania

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi