NOTO – “Informazione: dalla crisi della carta stampata alle nuove professionalità” è il titolo sel secondo seminario di questa seconda viornata di lavori del XXV Seminario di aggiornamento “Mons. Alfio Inserra”
La crisi della carta stampata investe principalmente i giornali della FISC, sostiene Peppino Vecchio, delegato regionale della FISC e moderatore di questa  tavola rotonda a trevoci: monsignor Antonino Raspanti, presidente del settore comunicazione della CEI e vescovo di Acireale, Domenico Ciancio, editore del quotidiano La Sicilia e Francesco Zanotti, presidente della FISC, pioniere della battaglia contro questo stato di crisi.
Raspanti: il grande cambiamento è avvenuto con la digitalizzazione dei dati e delle informazioni. Oggi il problema è disciplinare il flusso delle notizie che ormai è diventato appannaggio dei grossi social. L’uomo lavora meglio se ha a disposizione canali  che l’aiutano fornendogli dati che lui con intelligenza dovrebbe disciplinare. Contemporaneamente, con questo processo di elaborazione dei dati assistiamo, almeno nelle grandi città, è necessario creare una “community” intrcettando i nostri interlocutori, questi i vantaggi e i disagi dell’abitare il mondo digitale.
Domenico Ciancio: si dichiara figlio della crisi editoriale che sta dilagando e non ritiene indispensabile omologarsi a questo nuovo mondo: “mi diverto ad andare controcorrente”, afferma l’editore, impegnato per ora in un nuovo progetto editoriale di comunicazione con Avvenire. È necessario rallentare l’approccio con i nuovi sistemi di comunicazione, che hanno una aspettativa di vita molto breve.
Per Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate, la cattiva informazione dipende dal giornalista stesso, che non ha la responsabilità, spesso, di filtrare e verificare le informazioni. A cosa servono, allora gli strumenti dellla comunicazione sociale se non a dare una lettura del territorio quanto più attinente alla realtå? Questo è il luogo che il Santo Padre ci invita ad abitare, integrandoci con il resto della rete.

Rachele Gerace


-- SCARICA IL PDF DI: Editoria, Domenico Ciancio: "Sono figlio della crisi della carta stampata e punto sull' Avvenire" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata