TREMESTIERI ETNEO – Manca meno di una settimana alle amministrative nel Comune di Tremestieri e il clima, già caldo, diventa rovente: nella giornata di ieri, il presidio Paesi Etnei “Giuseppe Fava” di “Libera, Associazioni nomi e numeri contro le mafie” ha reso noto che la maggior parte dei candidati sindaci non ha rispettato l’impegno preso nel corso dell’incontro dello scorso 11 Maggio.

In quell’occasione, i rappresentanti del presidio avevano raccolto le firme di ciascun candidato che si impegnava, di conseguenza, a rispettare i quattro punti proposti dall’associazione: tra questi figurava la promessa “a rendere pubblico, subito dopo la riunione dell’11 maggio, e a mettere in rete il proprio Curriculum Vitae, la propria condizione reddituale e patrimoniale, l’eventuale presenza di conflitti d’interesse, la propria situazione giudiziaria”. Ma così non è stato fatto. O almeno, non da tutti.

Dalla nota diramata dal presidio, la maggior parte dei candidati, eccezion fatta per Domenico Di Guardo e per Fabrizio Furnari, infatti, non ha mantenuto gli impegni presi, rimandando la consegna “a fine campagna elettorale”. Rimandati…alla prossima settimana, insomma, in attesa dei verdetti finali. Forse.

Antonio Torrisi

11350435_886740348059424_2273025502718437820_n

Scrivi