CATANIA – Si terrà domani, giovedì 20 agosto alle ore 21,00, presso i locali della Palestra Lupo, in Piazza Lupo a Catania,  un incontro pubblico con Massimo Artini, vicepresidente della Commissione Difesa e membro del Comitato Parlamentare di controllo sull’attuazione dell’Accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione.
Sarà l’occasione per discutere sulle possibili soluzioni da attuare nell’immediato per rispondere concretamente e in modo opportuno al fenomeno dell’immigrazione. Nel corso dell’incontro sarà illustrata la proposta di legge: “Introduzione del volontario civile e dei migranti richiedenti asilo nonché norme recanti l’ottimizzazione della gestione dell’accoglienza temporanea“, in fase di stesura.
“Arginare il fenomeno è possibile – dice Massimo Artini – serve una azione politica fatta di idee e non di slogan alla ricerca dell’ultimo voto di pancia, ferma, con un po’ di sano pragmatismo che non guasterebbe per gestire una situazione che per il nostro Paese è, ahimè, ordinaria, e non ha certo i caratteri dell’emergenza”.
“Ridurre i flussi tramite l’istituzione di corridoi umanitari – prosegue Artini –  con l’istituzione di visti temporanei umanitari europei e la creazione degli uffici di valutazione nei Paesi che sono principali collettori dei flussi migratori (Sudan, Gibuti, Egitto, Libano, Mali, Ciad, Niger) dove ancora vi è una situazione stabile”.
“Credo che l’Italia – conclude – più di altri debba farsi capo non tanto di una gestione a livello economico, quanto da un punto di vista progettuale dell’intera questione perché, volenti o nolenti, siamo noi ad avere in casa questo problema“.

S.R.

Scrivi