CATANIA – Cerimonia di premiazione, questa mattina a Catania, del concorso dell’edizione 2014 /2015 di EnergicaMente, il più grande percorso didattico che unisce energia, ambiente e scuola, promosso da Estra in collaborazione con Legambiente e Giunti Progetti Educativi e che quest’anno, per la prima volta, arriva anche in Sicilia. Una Regione che rientra nei nuovi territori di sviluppo di Estra, nona società nazionale per vendita di metano, che proprio nelle province di Catania e Palermo può già contare 4.000 clienti.

Il progetto educativo, giunto alla quarta edizione, prevede nel corso dell’intero anno scolastico percorsi didattici in classe, laboratori teatrali e concorsi a premi per alunni e famiglie ed è rivolto alle scuole medie ed elementari. EnergicaMente, in questa edizione ha coinvolto oltre 6.300 alunni, 300 insegnanti e 127 scuole in Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Veneto e Sicilia, con l’obiettivo di promuovere il risparmio energetico e le fonti rinnovabili, contribuire a migliorare gli stili di vita, informare i giovani e le loro famiglie.
In ogni territorio vengono premiati i partecipanti ai concorsi: “Ri-Energy” rivolto alle famiglie (in palio sette buoni da 400 a 1.000 euro per la fornitura gratuita di gas metano) e il concorso on line Green Pirates rivolto alle scuole che, iscrivendosi, hanno inserito, con l’aiuto degli insegnanti, contenuti (testi, video, foto, disegni) sul tema del risparmio energetico sul sito web, www.greenpirates.org. Il “messaggio” elaborato è stato poi pubblicato, votato e condiviso sui social con l’aiuto delle famiglie, degli insegnanti e della comunità degli “adulti”. Tra i premi, tablet, videocamere e macchine fotografiche.

Per il concorso Green Pirates, in Sicilia prima classificata la classe III B della scuola elementare dell’ICS di Pedara (CT). A premiare gli alunni, accompagnati dall’insegnante Giovanna Conti, Saura Saccenti, responsabile Comunicazione di Estra, Fabrizio Santini della Fondazione Italiana per lo Sviluppo Sostenibile e Alessandro di Marco di Legambiente Catania.

I “Pirati Verdi” della III B della scuola elementare dell’ICS di Pedara, visibilmente emozionati, sono stati i protagonisti della giornata, hanno raccontato i loro “Progetti Green” per migliorare in concreto l’ambiente, che hanno avuto l’opportunità di sviluppare attraverso il percorso educativo EnergicaMente. Tra questi, la realizzazione di una ‘speciale’ Smart BEE BOP: un’ape robot alimentata con energia solare che potrebbe essere utilizzata per l’irrigazione “intelligente” dei campi di agrumi siciliani, migliorando l’efficienza della distribuzione idrica, evitando sprechi e inquinamento.

Il core business di Estra – ha commentato Saura Saccenti, responsabile Comunicazione di Estra – è la vendita di gas e luce. Può dunque sembrare una contraddizione insegnare ai ragazzi come risparmiare energia; per noi invece significa dimostrare la consapevolezza dei legami esistenti tra la dimensione economica dell’impresa e quella sociale ed ambientale
Il progetto EnergicaMente è nato con l’obiettivo di sostenere la scuola su ambiente ed energia. Investiamo nelle nuove generazioni perché siano attenti all’innovazione e alle nuove forme di energia.

Estra vuole contribuire attivamente a creare una nuova cultura che ci consenta di utilizzare l’energia di cui disponiamo nel modo migliore possibile, con intelligenza, senza sprechi. I ragazzi delle scuole hanno realizzato delle vere e proprie opere di ingegno, dimostrando di avere grande consapevolezza del territorio dove vivono e degli strumenti a disposizione. Credo sia importante dare loro la possibilità di esprimersi, utilizzando soprattutto le possibilità di condivisione che i social oggi ci mettono a disposizione, e sostenere il loro impegno e quello dei loro docenti”.

Scrivi