Luigi Sarra Minichello

Luigi Sarra Minichello

Angelo Stagno

Angelo Stagno

Il contrasto ai fenomeni delinquenziali legati alle sostanze stupefacenti continua a rappresentare una priorità per i Carabinieri del Comando Provinciale di Enna, che hanno effettuato un doppio intervento antidroga spinti anche dalla volontà di fare appello al buon senso di tanti ragazzi ed invogliarli a vivere una vita liberi da questa dipendenza.
Nella nottata di ieri i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, unitamente a quelli della Stazione di Villarosa, sono riusciti a stroncare un fiorente canale di approvvigionamento di stupefacenti per il mercato locale. Grazie ad una preliminare, meticolosa e costante raccolta di informazioni le Forze dell’ordine hanno avuto sentore di “strani movimenti” quando alle 2:30 circa del mattino hanno bloccato all’uscita di Villapriolo un’autovettura con a bordo due ragazzi di Villarosa, Luigi Sarra Minichello 22enne alla guida e Angelo Stagno 19enne, forse convinti di essere riusciti anche questa volta nei loro intenti. La successiva perquisizione, estesa anche all’interno del mezzo ha consentito di rinvenire della sostanza stupefacente che, per quantità e qualità, ha lasciato increduli anche gli stessi militari: ben 6 panetti di hashish, confezionati singolarmente, per un peso complessivo superiore ai 600 grammi. Sui due veniva inoltre trovata la somma di 345 euro in banconote di vario taglio e presso l’abitazione di Luigi Sarra Minichello, ben occultati, venivano ritrovati 3 coltelli e altro materiale per la pesatura ed il confezionamento della droga.
I due sono stati immediatamente dichiarati in arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e dopo le formalità di rito sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni al regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. L’autovettura utilizzata, priva della copertura assicurativa, è stata sequestrata, anche in considerazione che Luigi Sarra Minichello è risultato non avere mai conseguito la patente di guida. Il “fumo” recuperato, che è stato sottoposto a sequestro insieme al denaro e al materiale rinvenuto, rappresenta in materia uno dei risultati operativi più elevati raggiunti dalle Forze di Polizia nella provincia ennese dall’inizio dell’anno.

FOTO 1

FOTO 2

FOTO 3

Altro intervento è stato effettuato nel tardo pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Stazione di Centuripe che, al termine di serrate indagini e servizi di osservazione, hanno denunciato 2 giovani minorenni centuripini, rei di detenere una coltivazione di marijuana all’interno di un immobile adibito a “salotto della droga”.
Nello specifico i militari, già da diverse settimane, stavano monitorando l’appartamento di via Pepe, nei pressi del centralissimo Viale Lazio, insospettiti dal continuo via vai di giovani a tutte le ore del giorno e della notte. Al termine di un lungo appostamento, eseguito sotto un violento temporale che imperversava sul paese, le Forze dell’ordine hanno fatto irruzione nell’immobile, avendo contezza della presenza dei giovani, sorprendendo 5 ragazzi all’interno, 4 minorenni ed un maggiorenne. Alla vista dei militari uno di loro ha tentato disperatamente di disfarsi di alcuni involucri in suo possesso lanciandoli dal balcone ma il tentativo è stato neutralizzato dalla pronta reazione dei militari che, bloccato il ragazzo, hanno accertato che gli involucri contenevano marijuana. L’immediata perquisizione ha permesso di recuperare altra sostanza stupefacente in possesso di altri due ragazzi e di rinvenire, debitamente occultate all’interno di una rientranza di un mobile, diverse piante di canapa indiana in fase di coltivazione complete del “kit” occorrente per una corretta coltivazione delle stesse, quali una stufa elettrica e del concime chimico.
Per due dei soggetti minorenni responsabili è scattata la denuncia a piede libero mentre tutti i partecipanti sono stati segnalati per i provvedimenti amministrativi alla Prefettura di Enna.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi