La stagione firmata da Mario Incudine e realizzata grazie alla sinergia del Comune di Enna con l’Università Kore. Domenica 29 marzo (ore 17.30) del Teatro Garibaldi è dedicata ai più piccoli “Il segreto di Robin Hood” per la regia di Cinzia Maccagnano è il terzo dei cinque appuntamenti della stagione dedicati ai ragazzi, affinché le nuove generazioni possano usufruire, la domenica pomeriggio, di una valida proposta culturale che li possa avvicinare, e magari appassionare, al palcoscenico. Esistono varie leggende attorno al nome di Robin Hood, ma quella proposta in questo spettacolo di Francesco Scarlata, non tradisce la personalità del protagonista, un essere umano che sposa una battaglia “alta” che va oltre il soddisfacimento degli obiettivi personali e porta avanti un pensiero, quello dell’uguaglianza e della giustizia, aldilà dei pregiudizi di casta, di censo e anche di genere. Per questa ragione questo Robin Hood si rivelerà essere una donna che come tutte le donne ancora oggi devono indossare una maschera o un ruolo quanto mai vicino allo stereotipo maschile per poter dire la loro. Si tratta di un Robin Hood proiettato nel futuro, che vuole dare speranza alle nuove generazioni, rappresentate simbolicamente dal personaggio di una bambina, che compie un percorso di conoscenza e liberazione da stereotipi e condizionamenti che sostenga la sua crescita umana. Crescita che non è negata neanche a Principe Giovanni il quale alla fine della fiaba cede alla forza della giustizia e si inginocchia con rispetto davanti a Re Riccardo. Lo spettacolo si rivolge in modo trasversale a un pubblico eterogeneo, quindi non solo bambini e ragazzi, poiché i contenuti sono messi in scena in una atmosfera onirica, colorata, a tratti circense, dove Little John e Fra’Tac ricordano i clowns pasticcioni della tradizione. L’imprevedibile Ser Pente si cimenta in performances funamboliche; Lady Cocca, Lady Marion e il Principe Giovanni, inscenano un dialogo divertente e ironico degno della commedia all’italiana. Di Francesco Scarlata, drammaturgia e regia Cinzia Maccagnano, con Adriana Giammusso, Adriano Dell’Utri, Teresa Calabrese, Raimondo Coniglio, Diletta Costanzo, Simona Scarciotta, Giulia Frangiamone, Giuseppe Donzella.

Lunedì 30 marzo, Emanuele Primavera 4ET ” Replace”

Per l’ultimo appuntamento del ciclo Enna x Enna il Teatro Garibaldi ospita lunedì 30 marzo alle ore 21 uno più talentuosi musicisti siciliani che proprio a Enna ha i suoi natali: il batterista Emanuele Primavera, già affermato sideman del jazz . L’occasione è la presentazione di “Replace” (Alfa Music-Egea) il suo il primo lavoro discografico come band leader realizzato con i compagni di sempre Seby Burgio al pianoforte, Fabrizio Brusca alla chitarra e Carmelo Venuto al contrabbasso. La formazione darà vita alle composizioni originali del batterista ennese volgendo da una parte lo sguardo alla tradizione del jazz e dall’altra alle innovazioni sonore di una musica per antonomasia in continuo sviluppo.

Emnauele Primavera 4et

Il quartetto è dinamico, energico e capace di dare sensazioni forti all’ascoltatore. La perfetta sintonia dei quattro musicisti, frutto di non poche collaborazioni in altri progetti, dona alla musica una forte e solida struttura su cui si articolano e si sviluppano le varie improvvisazioni strumentali. Il disco, che uscirà il prossimo 13 aprile, contiene 7 brani originali composti dal batterista e uno standard di Joe Henderson, “Serenity”. Il disco, che è un po’ la summa di un lungo periodo compositivo del musicista ennese, si apre con “Deep Nearness”, composta già qualche tempo fa, che manifesta lo spirito più giovanile di Primavera con un suono più sperimentale ed elettronico dalla chiara matrice jazz rock. Il brano sembra far presuppore ad un disco diverso e invece brano dopo brano il disco plana come un’aquila che scende a valle.  «Nelle composizioni di Emanuele – scrive l’ex Area Ares Tavolazzi –  riecheggiano le atmosfere più diverse, che, partendo dal linguaggio jazzistico tradizionale, si allargano verso linguaggi più moderni e vicini ai nostri tempi, attraversando climi rarefatti ed a volte di sapore medio-orientale, fino alla libera improvvisazione. Un ascolto piacevole ed estremamente variegato, come si addice ad un giovane gruppo di musicisti che con passione, cerca una propria identità».

Orario Botteghino: da lunedì a venerdì ore 9- 12 – lunedì e mercoledì ore 9 – 12 e ore 15 – 18

Per informazioni e prenotazioni: teatrogaribaldi@comune.enna.it

 

Scrivi