CASTIGLIONE DI SICILIA – Festa di fine estate a Passopisciaro con “I Vini della Costa d’Oro dell’Etna”. L’ormai tradizionale appuntamento all’insegna di vino, musica e degustazioni di prodotti tipici prenderà il via sabato 17 settembre a Passopisciaro, frazione di Castiglione di Sicilia, in piazza Majorana a partire dalle 20. La manifestazione, giunta all’ottava edizione, ideata e organizzata da Nino Franco, anche quest’anno ospiterà oltre trenta cantine e aziende agricole. Protagonista indiscusso sarà sempre il vino prodotto nel tratto di terra che parte da Rovittello e si estende fino a Randazzo. Un prodotto unico che nasce dalle particolari condizioni climatiche di questo territorio baciato dal sole ai piedi del vulcano Etna. Proprio per queste caratteristiche si parla di vini della costa d’oro dell’Etna. Una terra, quella che va appunto da Rovittello a Randazzo, occupata da ettari e ettari di vigneti da cui si ottiene un vino unico, inconfondibile, profumato e forte come l’Etna che non smette di borbottare, fumare e che ogni tanto esplode regalando spettacolari eruzioni e colate laviche. Ne nasce un vino di ottima qualità, da qualche anno sempre più valorizzato ed esportato anche all’estero grazie ai produttori locali e non, che mescolano tradizione, tecnologia e passione raggiungendo ottimi risultati.

Negli ultimi anni anche i più giovani si sono avvicinati a questo mondo spesso trasformando le antiche proprietà terriere di famiglia in moderne aziende agricole. Ai vini si sono aggiunti con successo anche spumanti e grappe. “Per noi – spiega Nino Franco, instancabile organizzatore della rassegna – questo appuntamento annuale rappresenta una grande opportunità per valorizzare i vini di questo territorio e i nostri prodotti tipici dal miele ai formaggi. Oltre ai rappresentanti delle cantine e delle aziende agricole, sabato ci saranno anche alcuni ristoratori della zona che faranno degustare gratuitamente le loro pietanze”.

La manifestazione negli anni scorsi ha attirato molti visitatori e turisti che mostrano di gradire sempre   più l’enogastronomia regionale

 Salvo Longo

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi