Si chiama Fermo Amministrativo, viene dal lontano ed è la pratica messa in atto da Equitalia per rivalersi sul contribuente moroso per crediti vantati nei confronti dagli Enti Impositori, bloccando un bene mobile registrato, per intenderci macchine e mezzi di trasporto. Apparentemente una misura cautelare per costringere il contribuente a pagare, ma in realtà uno strumento per fare perdere soldi all’Erario. Infatti se ti scatta il fermo non paghi piu’ il bollo auto. E dunque una perdita di somme ingenti per l’Erario.Oggi 4,5 macchine su dieci sono “bloccate dal fermo” di Equitalia e dunque il 45% non paga legittimamente il bollo auto. Continuando regolarmente a circolare, per motivi anche essenziali quali l’esigenza della mobilità per lavoro, al di la delle previsioni legislative, che prevedono che la macchina la fermi a casa.  Milioni di mancato gettito all’Erario in nome di uno Stato che punisce e non mette in condizione i contribuenti di potere pagare. Il Presidente nazionale  di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, ride di fronte alle “arroganze” stupide della legge che conferisce ad Equitalia, la possibilità di colpire i contribuenti per colpire, ed è gravissimo lo Stato stesso. Allora ribadisce Finocchiaro, non sarà meglio varare un legge che consenta senza sanzioni e interessi, che le imposte iscritte a ruolo da Equitalia, siano pagate senza sanzioni e interessi e in tempi compatibili con le possibilità del contribuente, attraverso una legge che condoni chi non ha potuto pagare?  Uno Stato che fa il duro solo per perdere soldi, e uno Stato che non si fara’ mai davvero riconoscere come tale.”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi