L’equitazione siciliana non è solo Salto Ostacoli, ma soprattutto non è solo ad appannaggio dei più grandi e dei cavalli forti e imponenti.

Così, a scendere in campo sono stati i “più piccoli”, in tutti i sensi.

Quello che si è disputato domenica sui campi del Circolo Ippico Valverde di via Ramondetta 22 (Valverde, Ct), è stato il primo Pony Day siciliano. A mettersi alla prova sono stati i più piccoli. Bambini di ogni età, a partire dai quattro anni, sono saliti in sella ai loro pony, alcuni non più alti di un metro, per prendere parte alla loro prima vera gara.

Il Pony Day è stato un evento di portata nazionale. Insieme alle squadre del Circolo Ippico Valverde, del Circolo Ippico Il Ciliegio (Tremestieri Etneo), del Circolo Ippico La Palma (Messina), del Circolo Ippico La Contea (Modica), del Circolo Ippico L’Altair (Messina), anche una delegazione calabrese con binomi appartenenti al Centro Equestre Rendese (Cosenza). In totale sono stati novanta i percorsi che si sono disputati tra gimkane, gimkane cross, gimkane jump e pony games, disputati in squadra.

Questi i risultati delle diverse categorie a squadra:
Pony Games A1: vinto da Gli Ananas del Civ
Pony Games A2/3: primo posto per Le albicocche del Civ, secondo posto per I loti del Civ
Pony Games B1: Primo posto per Zoccoli D’Oro, secondo La Palma Evoluzion, Terzo La Palma Girls, quarto Le mandorle del Civ
Pony Games B2/3: Primo posto per I peperoncini, secondo posto per Fusion
Gimkana 2 A1: I limoni del Civ
Gimkana 2 B1: Il quadrifoglio, Piccole Canaglie, La Palma Pink 2
Gimkana 2 B2: Le pesche del civ, le arance del Civ, gli elfi del ciliegio, Horse Land, I Peperoncini
Gimkana 2 B3: Evolution La Palma
Gimkana 2 Elite: Mr e Ms Altair, Brown & Blond Altair, La Palma Top, La Palma Girls 2

L’appuntamento sportivo appena concluso ha segnato l’inaugurazione di un settore che in Sicilia è ancora agli albori, come spiega il presidente del Comitato Regionale Fise Sicilia, Gaetano Di Bella: “Abbiamo iniziato quest’anno con il club ludico, ma i bambini in questo modo possono avvicinarsi fin da piccolissimi al mondo dei cavalli vivendo il rapporto con questi animali quasi come un gioco”.

Nella giornata di sabato, anche un corso di arbitri di corsia, che ha visto la partecipazione di appassionati e di genitori dei bambini che, ottenuto questo attestato, potranno “gareggiare” insieme ai loro piccoli.

“E’ un primo passo – ha spiegato Teresa Coppolino, referente settore club ludico della Sicilia – la gente ha risposto bene. Questo è un settore in cui bisogna scommettere perché i bambini instaurano un rapporto importantissimo non solo con il pony, ma anche con i loro coetanei, imparano a rispettare l’animale e a gareggiare a squadre”.

Scrivi