Pina Mazzaglia

Ben 8 anni dopo la morte di Gesù, iniziò una vera e propria guerra teologica senza esclusione di colpi, tra i giudeo-cristiani che facevano capo a Giacomo capo della Chiesa di Gerusalemme, soprannominato il “fratello del Signore”, e Paolo di Tarso, l’evangelizzatore del mondo antico, colui che portò i pagani nel Cristianesimo.

Di questo si è parlato nell’incontro condotto dal segretario generale dell’Accademia Templare Filippo Grammauta, che ricopre pure la carica di Gran Priore vicario dell’O.S.M.T.H. Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani – Ordine Dei Cavalieri del Tempio di Hierusalem – Gran Priorato d’Italia, svolto nell’Istituto Europeo 2000 di Erice. Due teorie differenti che aprirono una dura lotta e che ebbe come origine la volontà di rottura con l’ebraismo manifestata e portata in essere da Paolo durante le sue predicazioni. Teorie che si scontrarono a pieno regime con quelle professate dall’apostolo Giacomo e che diedero vita a quell’enorme testamento epistolare conosciuto sotto il nome di “Lettere Paoline” e di conseguenza a due versioni di quello che noi chiamiamo Vangelo: il primo inteso dome forma dottrinale e salvifica il secondo prevalentemente per narrare le parole e le opere di Gesù. Paolo, emarginato dalla chiesa di Gerusalemme per le sconvolgenti teorie, infatti Giacomo era costretto ad inviare suoi discepoli in queste stesse comunità per chiarire le molte perplessità che la predicazione di Paolo creava, era un ebreo ellenizzato, che godeva della cittadinanza romana. L’influenza di Paolo sulla teologia cristiana viene considerata come la più determinante tra tutti gli autori neotestamentari.

Paolo Battaglia La Terra Borgese con Filippo GrammautaAll’incontro ha preso parte il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese che ha descritto sull’evoluzione del messaggio cristiano, erede della filosofia neo-platonica e soprattutto del contributo artistico che dettato da Plotino tracciò la strada verso una prospettiva estetica che metteva finalmente in equilibrio le teorie di Oriente e Occidente allontanandole dalle contese iconoclaste. Dibattuti nel corso delle relazione i temi legati alla resurrezione di Gesù, alla verginità della Madonna e alle tante religioni e teorie che influenzarono il cristianesimo a cominciare dal mithraismo ellenico. L’Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani (O.S.M.T.H.) è una ONG dell’ONU e partner dell’Agenzia dell’Unione Europea per i diritti dell’Uomo.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi