Venerdì 7 agosto, all’interno di Estate in Città, Villaggio Maori Edizioni presenta Il culto delle icone di Graziella Milazzo. L’evento si svolgerà all’interno della Corte della Biblioteca comunale Vincenzo Bellini (via Etnea 529 – 531). Ne parlerà con l’autrice
M° Salvatore Bonsignore Scavo.

Il libro: Le immagini sono da sempre le rappresentazioni umane e umanizzate del divino, il tentativo di avvicinare il concetto “astratto” di spiritualità alla concretezza e alle esigenze terrene. Sin dal V secolo d.C. le icone hanno svolto il fondamentale ruolo di strumenti di evangelizzazione, costituendo quel “libro a colori” – così definito da San Gregorio – comprensibile persino agli analfabeti. L’icona conserva un ruolo chiave anche nella società contemporanea, mantenendo vivi, attraverso la celebrazione dei riti, sia elementi spirituali come la fede e le manifestazioni di devozione, sia la memoria storica e l’identità di una comunità: è questo il caso riportato dall’autrice in merito all’icona di Maria SS. dell’Elemosina, venerata nella sua città natale, Biancavilla. L’opera ci conduce, attraverso un interessante excursus tra diversi modelli di icone mariane, alla narrazione e all’analisi dei molteplici riti connessi a questa forma di arte sacra, rivelando il valore che è stato attribuito alle icone nel corso dei secoli: non semplici rappresentazioni, ma vere e proprie reliquie da venerare.

L’autrice: Graziella Milazzo è docente di Storia dell’Arte.
Laureata in Arti visive e discipline dello spettacolo e Antropologia culturale ed etnologia, è fondatore dell’associazione artistica Pandora, responsabile redazionale dell’IAS (Istituto di Archeoastronomia Siciliana) e membro dell’Associazione Rievocazioni Storiche e Religiose di Montalbano Elicona, in provincia di Messina.
Nel 2014 per la Rivista di Studi Sociali di Foggia ha pubblicato: L’Ulisse contemporaneo: installazioni, reti e maschere mediterranee e Il dramma in musica nell’epoca della riproducibilità digitale.

Scrivi