Catania – Tornerà per la seconda volta ad Etna Comics, prezioso tassello di un mosaico che via via prende sempre più forma.
Lei, col suo stile pieno, morbido, ricco ed efficace, che a molti potrebbe ricordare il fumettista statunitense, Terry Dodson, è Emanuela Lupacchino, neanche 35 anni ma già affermata artista di fama internazionale, abile disegnatrice e sapiente inchiostratrice.

Nata a Roma, prima di “tuffarsi” nel mondo del fumetto americano, Emanuela ha lavorato a diverse serie italiane come L’insonne, alla realizzazione di manuali di giochi di ruolo, nonché come character designer e illustratrice.

Il suo primo incarico americano sarà per la IDW, lavorando su Angel: Only Human e Star Trek: Deep Space Nine: Fool’s Gold, ma la sua passione smisurata per i supereroi la porterà presto a lavorare per la Marvel Comics sulla serie regolare di X-Factor, sulle sceneggiature del grande Peter David.

Gli anni di collaborazione con la Marvel vedranno anche l’elaborazione del grafic novel, Castle, ispirato all’omonima serie tv, alcuni numeri di Thor e Gost Rider.

Contestualmente realizzerà anche brevi storie per antologie DC, annuals e speciali. Il 2013 vedrà la collaborazione con Valiant Entertainment per il rilancio di serie come Archer & Armstrong, Arbinger eBloodshot, quindi il lavoro di copertinista per DC Comics su World’S Finest, prima di decidere di dedicarsi definitivamente alla DC, entrando a far parte del nuovo team creativo di Supergirl.

Un anno dopo la talentuosa fumettista inizierà a lavorare anche al rilancio della testata Starfire, accanto ad Amanda Conner e Jimmy Palmiotti.

In questi giorni, tra l’altro, sono in uscita negli USA sia le sue storie per Supergirl (39 e 40) che le variant e regular covers di albi come Batman e Robin 39, Justice League 40 e Convergence: Titans 1 e 2.

I fan di Emanuela Lupacchino non potranno dunque farsi scappare l’opportunità di ammirare dal vivo il tratto caldo e avvolgente della sua matita, solo da noi, ad Etna Comics 2015!

Scrivi