NICOLOSI – Si terrà dal 30 maggio al 2 giugno presso il rifugio Sapienza la seconda edizione della Festa dell’arancino, manifestazione organizzata con il patrocinio del Comune di Nicolosi che promuove l’incontro tra musica, sport e buon cibo, il tutto sullo sfondo di una cornice unica al mondo, l’Etna. Escursioni, concerti, spettacoli, intrattenimento per i più piccoli, il tutto per celebrare quello che è un simbolo della Sicilia, l’arancino, che potrà essere gustato in ben sette varianti diverse sia a pranzo che a cena. Quale posto migliore dell’Etna allora per ospitare una manifestazione che si propone di accontentare anche i più esigenti? Perchè non dimentichiamo che il vulcano non è solo cenere e lapilli, ma anche un luogo incantevole in cui è possibile osservare la natura in tutta la sua maestosità e poter riscoprire i sapori della nostra terra.

Già l’anno scorso la manifestazione ha riscosso grande successo, quest’anno gli organizzatori hanno quindi deciso di raddoppiare gli appuntamenti offrendo un’ampia scelta di attività cui prender parte. Si comincia dalla “Etna gravity experience”, un’escursione unica grazie alla quale sarà possibile salire in funivia con la propria bici per poter raggiungere i crateri sommitali e scendere via via fino a valle. La festa proseguirà nella serata del 30 maggio con una rassegna musicale rock che vedrà la partecipazione di band e talenti del nostro panorama musicale.

Il 31 maggio si esibiranno gli sbandieratori di Motta Sant’Anastasia, e nel contempo, solo per gli amanti dello sport, verrà organizzato un percorso di trekking che condurrà fino alla colata del primo febbraio. In serata è atteso per le 19.30 il celebre comico catanese Giuseppe Castiglia.

Nella giornata del 1 giugno non si fermeranno di certo musica e intrattenimento grazie all’esibizione di un gruppo folcloristico di cantanti siciliani, mentre la sera si esibirà Brigantony con la partecipazione dei Brigantini.

Anche nella giornata finale la manifestazione sarà condita da numerosi spettacoli, con il ritorno degli sbandieratori, e da una escursione in mountain bike in giro per il vulcano. La festa dell’arancino si concluderà poi con una scalata cicloturistica notturna dell’Etna organizzata dall’associazione “Il Pedale nel cuore”, esperienza suggestiva grazie alla quale i partecipanti potranno godere del paesaggio etneo illuminati dal solo chiarore delle stelle.

Scrivi