L’ex presidente della provincia d’Agrigento si sarebbe appropriato di 40 palme acquistate dalla Provincia per abbellire scuole e spazi pubblici, le piante sono finite, secondo l’accusa, nel suo giardino di casa. D’Orsi, già  imputato di peculato, truffa, abuso di ufficio, e concussione, era stato condannato a un anno di reclusione per l’accusa di aver ricevuto rimborsi, per pranzi e cene, immotivati al fine istituzionale.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi