Kevin Cafà

In Francia, si torna in campo e già emergono le prime sorprese. L’Europeo miete la sua prima vittima illustre: la Croazia. Dopo la vittoria ottenuta contro la Spagna di Del Bosque, molti erano pronti a scommettere sulla vittoria finale della squadra allenata da Cacic. A smentire tutte le previsioni, ci ha pensato il Portogallo, che grazie ad un goal al 118’ minuto dell’ex interista Ricardo Quaresma, batte 1-0 i croati dopo i tempi supplementari e vola ai quarti di finale di Euro 2016, dove troverà la Polonia di Lewandowski. Doveva essere una partita ricca di emozioni e di colpi di scena, invece abbiamo assistito ad un match deludente con neanche un tiro in porta. A Lens, le due squadre giocano una partita di grande intensità ma con poche emozioni, che arrivano tutte negli ultimi 5 minuti di gioco. Al 118′ il tap-in vincente dell’ex esterno dell’Inter, dopo la parata del portiere croato, Subasic, su tiro di Cristiano Ronaldo, regala una vittoria insperata ai portoghesi. Un goal arrivato da un capovolgimento di fronte, visto che poco prima, l’altro interista Perisic, aveva colpito il palo. La squadra di Fernando Santos adesso può continuare a sognare. Giovedi a Marsiglia, il quarto di finale contro la Polonia.

Non sono mancate le emozioni neanche nella sfida di Saint Etienne, che metteva di fronte la Svizzera di Petkovic e la Polonia di Nawalka. Brutto il primo tempo degli svizzeri: solo un tiro di Dzemaili dopo 10 minuti e un colpo di testa di Schar a metà primo tempo. Nei minuti finali della prima frazione di gioco, Jakub Błaszczykowski porta in vantaggio la Polonia e manda al riposo la sua squadra con un goal di vantaggio. Nella ripresa, Petkovic disegna una sorta di 4-2-4 che schiaccia la Polonia nella propria metà campo. Svizzera vicina al gol su punizione di Rodriguez e poi con una traversa colpita da Seferovic, ma serve la prodezza di Shaqiri, al 37’, per portare gli svizzeri ai supplementari. Molta stanchezza nei 30 minuti di gioco e non succede nulla di rilevante. Si va ai rigori. Dopo l’errore di Xhaka, tocca a Krychowiak segnare il rigore del definitivo 5 a 6, regalando la vittoria alla sua nazionale. Il rigore sbagliato dal neo acquisto dell’Arsenal, il secondo della serie, condanna all’eliminazione la nazionale svizzera, che nell’arco dei 120’ minuti avrebbe meritato qualcosa in più rispetto ai polacchi. Invece al Velodrome di Marsiglia, per la prima volta nella sua storia, va la Polonia.

L’altra sorpresa dell’Europeo, il Galles, si aggiudica la sfida contro l’Irlanda del Nord. La nazionale gallese ha ottenuto il massimo, pur non giocando in maniera irresistibile. La squadra di Coleman avanza ai quarti dell’Europeo di Francia, grazie all’autogoal di McAuley su un tiro del solito Gareth Bale. L’Irlanda del Nord torna a casa a testa alta. Micheal O’Neill e i suoi ragazzi hanno compiuto una vera e propria impresa, regalando all’intera nazione la soddisfazione di aver lottato contro le migliori squadre europee. A questa competizione, mancherà lo spirito e i valori della tifoseria Irlandese. Di gran lunga i tifosi più simpatici e folkloristici dell’Europeo di Francia. Non li dimenticheremo facilmente.

Quest’oggi, l’Europeo propone delle sfide avvincenti. In questa settimana si è parlato moltissimo della disposizione degli incontri previsti dal tabellone dell’Europeo, considerato “sbilanciato” dagli addetti ai lavori. La Francia di Didier Deschamps alle 15 scenderà in campo contro la meno quotata Irlanda a Lione. I Francesi, imbattuti nelle ultime cinque partite contro l’Irlanda, dovrebbero disporsi con il solito 4-3-3 con Griezmann, Giroud, Payet in attacco. A centrocampo il trio Pogba, Kantè, Matuidi, mentre in difesa Rami farà coppia con Koscielny. A sua volta, il ct dell’Irlanda Martin O’Neill sceglie un  4-2-3-1 con Long unica punta e Hendrick, Hoolahan e Murphy a sostegno. Sempre nella parte destra del tabellone, la Germania di Joachim Low, sfiderà la Slovacchia Hamsik alle ore 18 a Lille, in una sfida che interessa da vicino la Nazionale di Antonio Conte, visto che l’eventuale quarto di finale si giocherà contro la vincente di questo match. In serata, alle ore 21, la sorpresa Ungheria, prima classificata nel gruppo del Portogallo, incontrerà il Belgio di Wilmots a Tolosa. Lukaku e compagni, dopo la sconfitta contro l’Italia, hanno collezionato due vittorie consecutive e zero goal subiti. Occhio a non sottovalutare i belgi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi