Kevin Cafà

“Chiudere il girone di qualificazione a punteggio pieno”. E’ questa la parola d’ordine per la Nazionale italiana del ct Antonio Conte, che si appresta ad affrontare l’Irlanda nell’ultimo turno della fase di qualificazione agli ottavi di finale. Una buona chance per il ct per sperimentare nuovi approcci tattici e soprattutto dare maggior spazio a coloro che hanno giocato meno nelle prime due gare. Sono previsti 9 cambi rispetto alla squadra, che nei minuti finali, ha battuto la Svezia a Tolosa. Stavolta sarà lo Stadio Pierre Mauroy di Lille ad ospitare la Nazionale Italiana contro l’Irlanda, domani sera alle ore 21:00.

La cosa certa è che Simone Zaza e’ pronto a giocare dal primo minuto, ma con lui alcuni giocatori acciaccati e in allarme diffida. Il primo a riposare sarà il capitano, Gigi Buffon, che oltre alla diffida per il giallo con la Svezia, si è fermato ai box per via di un attacco febbrile. Al suo posto giocherà il portiere del Paris Saint Germain, Salvatore Sirigu. In difesa, i diffidati Bonucci e Chiellini, saranno sostituiti da Matteo Darmian e  Angelo Ogbonna per non modificare l’ormai collaudato 3-5-2, che ben ha figurato nelle due partite del girone E. A centrocampo, buona chance per Thiago Motta, che dara’ a De Rossi l’opportunità’ di smaltire le tossine accumulate nelle ultime gare ed evitare il rischio squalifica. Mentre sugli esterni, ballottaggio Bernardeschi – El Shaarawy, con il primo leggermente in vantaggio, a sinistra si rivedrà De Sciglio. In attacco, oltre a Zaza, dovrebbe scendere in campo dal primo minuto Ciro Immobile. Insigne ancora in panchina, ma pronto a subentrare a partita in corso. In settimana, sono arrivate le belle parole del centrocampista della Roma Daniele De Rossi sul ct Antonio Conte:” Non voglio fare il ruffiano, ma un allenatore come Conte dà organizzazione, questo vale più di una rovesciata. Il suo futuro non ci interessa, lo conosciamo da prima di arrivare qui. Sarei stato sorpreso se fosse rimasto tanti anni in Nazionale. E’ una sorta di animale da campo”. Lo stesso De Rossi, ha sottolineato come la partita contro l’Irlanda “non sia una partita inutile. “Siamo un gruppo senza Hazard, Ibrahimovic o stelle che rubano l’occhio, a livello internazionale, ma ci vuole equilibrio nel giudicarci. La nostra compattezza manca a tante avversarie. E qui, chi subentra non è così distante tecnicamente dal titolare”, ha ribadito il centrocampista dell’Italia. Parole che testimoniano la disponibilità di tutti i calciatori della nazionale nel provare a centrare la vittoria finale.

Nel girone dell’Italia, il Belgio ottiene la prima vittoria ad Euro2016, battendo 3 a 0 l’Irlanda, grazie alla doppietta di Romelu Lukaku e al goal del centrocampista dello Zenit San Pietroburgo, Axel Witsel. I belgi affronteranno la Svezia per consolidare la seconda posizione nel gruppo E.

Interessante la situazione del gruppo F, sceso in campo lo scorso sabato, poiché l’Ungheria si trova in testa al girone davanti al Portogallo di Cristiano Ronaldo. I lusitani hanno pareggiato per 0 a 0 contro l’Austria, in una partita con parecchie emozioni e con un rigore sbagliato dalla stella del Real Madrid. Nell’ultima giornata, basterà battere l’Ungheria per aggiudicarsi il passaggio del turno. Impresa non facile, viste le ottime prestazioni della squadra di Bernd Storck. Staremo a vedere.

Nel gruppo A, la Francia di Dieder Deschamps pareggia 0 a 0 contro la Svizzera. Le due squadre, entrambe qualificate al turno successivo, dimostrano il loro valore sul campo e sicuramente saranno protagoniste nel corso dell’Europeo. Ottime le chance per l’Albania di Gianni De Biasi di essere ripescata come migliore terza, in virtù della storica vittoria contro la Romania per 1 a 0 al Parc Olympique Lyonnais. Incrociamo le dite.

Non sono mancate le sorprese anche nel gruppo B, in cui l’Inghilterra non va oltre lo 0 a 0 contro la Slovacchia, qualificandosi come seconda nel girone. I tabloid inglesi hanno cominciato a ridere di Roy Hodgson prima ancora che la partita finisse: “Rooney a centrocampo, Kane che batte i calci d’angolo, si leggeva sul Mirror. “Ma chi c’è in panchina, Van Gaal?”. Critiche in parte giustificate, poichè essendo l’allenatore più pagato dall’Europeo con un ingaggio da circa 5 milioni di euro, i tifosi inglesi si aspettavano di ottenere la qualificazione come prima nel girone, anche se nella prima partita non era dispiaciuto l’atteggiamento mostrato dalla nazionale dei tre leoni contro la Russia. Ma la vera sorpresa dell’Europeo di Francia, è il Galles di Gareth Bale, che con la vittoria contro la Russia per 3 reti a 0, si qualificano al primo posto nel girone B. Di Ramsey, Taylor e Bale le reti realizzate.

Tutto definito anche nel gruppo della Germania. I Tedeschi battendo l’Irlanda del Nord per 1 a 0, rete di Mario Gomez, si sono aggiudicati la testa del girone davanti alla Polonia. La nazionale polacca allenata da Nawalka, avanza al secondo turno grazie alla vittoria contro l’Ucraina. Del centrocampista della Fiorentina Blaszczykowski, il goal della vittoria per la Polonia.

Nel big match del gruppo D, brutte notizie per l’Italia, poichè la Croazia battendo la Spagna per 2 a 1 nella splendida cornice dello stadio Matmut Atlantique di Bordeaux, si qualifica come prima nel girone. Una partita entusiasmante e molto divertente, in cui Sergio Ramos si divora il rigore della vittoria per la squadra di Vicente Del Bosque, che nei minuti di recupero viene punita da un grandissimo goal del centrocampista dell’Inter Ivan Perisic. Al terzo posto, nonostante due sconfitte in altrettante partite, si qualifica la Turchia di Terim, in virtù della vittoria per 2 a 0 contro la Repubblica Ceca. Gli azzurri affronteranno la Spagna negli ottavi di finale, in una gara che si preannuncia ricca di colpi di scena.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi