GIARRE – I Carabinieri della locale Compagnia hanno denunciato, per il reato di inosservanza continuata dell’obbligo di istruzione dei minori, 49 genitori responsabili di aver procurato l’evasione scolastica dei propri figli in totale 30 studenti.

I controlli effettuati erano relativi all’anno scolastico 2013/2014 e sono stati indirizzati agli istituti di istruzione primaria e secondaria dei Comuni di Giarre, Riposto, Fiumefreddo di Sicilia, Calatabiano, Mascali, Sant’Alfio, Santa Venerina, Milo e Zafferana Etnea.
L’indagine portata avanti dalle Forze dell’ordine ha fatto emergere come, nonostante la “legge quadro in materia di riordino dei cicli d’istruzione” che ha imposto l’obbligo dell’istruzione fino al quindicesimo anno d’età, molti genitori hanno deliberatamente causato o agevolato l’abbandono della frequenza scolastica dei propri figli.
Un fenomeno che se dovesse continuare a dilagare potrebbe andare a ingrossare le fila della criminalità organizzata oltre che impoverire culturalmente i giovani, futuro della società.

 

Scrivi