CATANIA − È stato proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori ex Coop Sims, impiegati nell’appalto aggiudicato dall’Asp di Catania ed assorbiti dalle ditte Ksm service e Sicilia police. A proclamarlo i sindacati Ugl e Fials Confsal, con una lettera inviata al Prefetto etneo ed alla Direzione territoriale del lavoro per lamentare i mancati pagamenti a decorrere dal mese di ottobre ed il rinvio dell’incontro convocato dalla stessa Dtl. “Vogliamo che sia fatta immediata chiarezza sull’intera vicenda – affermano il segretario provinciale dell’Ugl Sanità Carmelo Urzì e il segretario provinciale della Fials Confsal Agata Consoli. È una questione che non può più essere procrastinata, mentre si continua invece a rinviare il vertice in Direzione territoriale lavoro da noi richiesto, poiché i lavoratori aspettano risposte certe oltre ad attendere ormai da mesi le spettanze dovute. Siamo pronti sin da subito – concludono i due rappresentanti sindacali – ad intraprendere ogni azione possibile pur di trovare le soluzioni più idonee ed urgenti alle problematiche rilevate.”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi