Dopo la positiva esperienza vissuta a Zurigo in cui furono fatte conoscere le tradizioni culturali e gastronomiche della piccola frazione di Caltagirone, facendo apprezzare ai visitatori e ai giornalisti presenti alcune delle più autentiche ricette delle pietanze locali come la mostarda fresca e quella essiccata oltre al vino cotto accompagnato da formaggi tipici siciliani questa volta l’associazione culturale “Quelli che Granieri” ha varcato una soglia di rilevanza mondiale quale l’Expo di Milano ospiti del Gal Kalat. Pietanze realizzate dalle sapienti mani della chef calatina Fanny Consoli che ha saputo deliziare con i suoi “trucchi” gastronomici i palati sopraffini dei presenti allo show cooking.

E quale migliore vetrina se non l’esposizione mondiale dedicata all’alimentazione a cui partecipano oltre 140 paesi per presentare all’interno del Cluster Biomediterraneo alcune ricette di antiche pietanze locali oltre alla degustazione del fiore all’occhiello di Granieri, e cioè l’uva da tavola Igp di Mazzarrone.

La presidente di Quelli che Granieri Concetta MetricoA spiegare le finalità dell’associazione, la storia del piccolo borgo agricolo e le tradizioni gastronomiche è stata il presidente dell’associazione “Quelli che Granieri” Titti Metrico, la quale soddisfatta per il riscontro ottenuto tra i visitatori ha dichiarato “Abbiamo promosso al meglio il nostro territorio e l’eccellenza delle nostre produzioni agricole, ben consapevoli di essere di fronte ad un palcoscenico mondiale. Grazie al sacrificio ed alla collaborazione di tutti coloro che hanno creduto all’evento dei “Sapuri ri na vota” ed all’impegno dell’associazione “Quelli che Granieri” siamo riusciti ad ottenere questo splendido risultato, per tutta la comunità. Per consolidare questo risultato – continua Metrico – e per crescere ulteriormente è però necessario che tutta la comunità partecipi in maniera attiva affinché la prossima edizione dei Sapuri ri na vota abbia una riuscita migliore delle edizioni precedenti, visto che saremo sotto la lente di ingrandimento di organismi che potrebbero decretare un successo senza precedenti per il borgo, il territorio e la nostra economia. Un ringraziamento particolare va al presidente del Gal Kalat Alessandra Foti, al responsabile di piano Michele Germanà, a Claudio Petta, a Maria Grazia Pavone e Pinella Costa Attaguile di Gusto di Campagna per averci dato la possibilità di poter partecipare a questo importante evento mondiale”.

Scrivi