Mancano solo 10 giorni al Natale e tra le famiglie la domanda che risuona di più è… cosa cuciniamo?

La rubrica “Tra storia e ricette” vi propone un secondo di carne tra i piatti più famosi, decantati  e apprezzati della cucina siciliana: “U Farsumagru”.

La sua nascita è da attribuirsi al periodo della dominazione angioina, la cucina francese era molto più ricca e assai diversa dal quella povera di tradizione locale. I siciliani dai francesi appresero l’arte di insaporire e condire i cibi con farciture gustose.

Le famiglie nobili della città di Palermo, avevano sovente a loro servizio un cuoco, chiamato Monsù dalla storpiature della parola francese Monsieur.  I Monsù, come i moderni chef, erano sempre alla ricerca di ricette nuove per sbalordire gli ospiti e si inventarono un piatto di carne chiamato “farcie de maigre”. In francese il termine “farce” si pronuncia “fars”, la fantasia popolare siciliana trasformò “farcie de maigre” in falsomagro. Inoltre in siciliano il termo farsu indica anche qualcosa che trae in facile inganno, proprio come questo piatto saporito; infatti nel suo aspetto esterno appare come un semplice arrotolato di carne magra ma, una volta affettato compare all’interno una farcitura fatta di formaggi, salumi o verdure.

Ogni provincia dell’isola conserva gelosamente una versione di Falsomagro, una bomba gastronomica, alla quale, durante le feste si può pur cedere!

Falsomagro:

Ingredienti:

1 fetta di carne spianata di circa 600 gr – 100 gr caciocavallo – 50 gr salame a fette – 2 uova – 200 gr pangrattato – 100 gr carne di vitello tritata – 100 gr tuma – 1 cipolla – mezzo bicchiere di vino rosso – 200 gr concentrato di pomodoro – olio, sale, pepe q.b. (quanto basta)

Preparazione:

Disponete su un piano la fetta di carne e battetela leggermente. Impastate il tritato di cane di vitello con il pangrattato, sale, pepe e caciocavallo grattugiato, amalgamato il tutto unite la tuma tagliata a dadini.

Prendete la fetta di carne spianata e adagiatevi il composto stendendolo uniformemente, quindi ricoprite con le fette di salame e ponete le uova sode intere. Arrotolate il tutto e legate con lo spago per alimenti.

In un tegame soffriggete la cipolla affettata, appena si indora aggiungete l’arrotolato, sfumate con il vino rosso e versate il concentrato di pomodoro, allungate il sugo con acqua, regolate sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso per due ore, se è necessario aggiungete ancora dell’acqua durante la cottura)

A fine cotture lasciate raffreddare, disponetelo in un vassoio, tagliatelo a fette e versate del sugo sopra le fettine di falsomagro.

Buon Appetito !

A.M.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi