Daniele Lo Porto
CATANIA – in un’Italia ancora troppo grande, dove gli orizzonti erano vicinissimi, dopo la guerra, in questa valigia portava orgoglio e amore, mescolava profumi di terra e raggi di sole con nebbie del Nord e montagne lontane. Il suo bagaglio erano ricordi e speranze, progetti di vita che partivano da storie lontane. La sua valigia, anche se vuota,  è  un tesoro inestimabile, sigillato da catenacci di gratitudine.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi