CATANIA – Il rinvio della partita del Catania che domenica prossima avrebbe dovuto giocare, tra le mura del “Massimino”, contro il Fondi a causa della contemporaneità con la presenza del premier Matteo Renzi alla Festa dell’Unità e l’uso della Villa Bellini, quale location utilizzata per la suddetta festa, hanno sollevato un vespaio di polemiche nel mondo politico catanese. Da un canto non si capisce perchè la visita del premier debba essere considerata un evento talmente eccezionale da far slittare una partita di lega pro, quindi neanche di grande rilievo che possa avere importanti implicazioni nell’ordine pubblico. Dall’altro canto ritorna la controversia per l’utilizzo del giardino Bellini, un bene pubblico della collettività, come location per la festa di un partito.
Salvo Pogliese e Pippo Arcidiano, entrambi esponenti di Forza Italia contestano l’opportunità delle suddette scelte.
“Non capiamo per quali ragioni di ordine pubblico si sia deciso di rinviare la partita del Catania, per la presenza di Renzi alla Festa dell’Unità, considerato che i catanesi l’hanno finora disertata in massa. Non crediamo che le sedie vuote, documentate dai giornali, possano essere un pericolo…”.
Così l’on. Salvo Pogliese e Pippo Arcidiacono, rispettivamente coordinatore provinciale e comunale di Forza Italia, commentano la decisione di rinviare la partita Catania-Fondi di domenica prossima per l’arrivo di Renzi alla Festa dell’Unità che si svolge in città.
“A parte la battuta – spiegano gli esponenti azzurri – non si può non rilevare come questa Festa dell’Unità, fortemente voluta dal sindaco Bianco, stia causando numerosi e ingiustificati disagi alla città. Cominciando dal luogo in cui si è deciso di fare questa festa privata di partito, ovvero in quella Villa Bellini che è parco pubblico e da preservare, tant’è che la precedente amministrazione comunale di centrodestra ne ha sempre vietato l’uso per feste di partito e manifestazioni non idonee a essere ospitate tra i viali della Villa. Decisione questa mantenuta anche da Bianco, numerosi gli eventi privati cui è stata negata la Villa Bellini, ma che all’improvviso è stata abiurata davanti alla ragion di …. partito (il proprio).”.
“E ora anche la ciliegina sulla torta del rinvio della partita del Catania – continuano i coordinatori di Forza Italia – perché alla festa del Pd alla Villa Bellini arriva Renzi. Decisione questa che, per ragioni private di partito, causerà disagi non solo ai tantissimi catanesi innamorati dei rossazzurri, ma anche e soprattutto alla società Calcio Catania che con questo rinvio della partita col Fondi sarà costretta adesso a un lungo stop e poi a dover giocare tre partite esterne consecutive in tempi ravvicinati, con tutte le difficoltà sportive che ciò comporterà.”.
“Proprio adesso che finalmente il Catania sembrava aver cominciato a rialzare la testa – concludono Pogliese e Arcidiacono – non ci voleva proprio quest’ulteriore difficoltà causata da Bianco e dalla festa privata del Pd.”.
Sal Gra

-- Download Festa dell'Unità: allarme rosso alla Villa Bellini e il Catania non può giocare as PDF --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi