ROMA – Dal nostro inviato

Ciak, si comincia! La nona edizione del Festival del Film di Roma (16-25 ottobre) ha preso il via quest’oggi con la commedia italiana di Alessandro Genovesi Soap Opera. Il regista ed il suo cast composto da Fabio De Luigi, Ricky Memphis, Diego Abatantuono, Cristiana Capotondi, Elisa Sednaoui, Chiara Francini ed Ale e Franz, hanno ottenuto il consenso della critica alla fine della proiezione e durante l’incontro con la stampa. Adesso toccherà il giudizio più critico, quello del pubblico, a partire da giovedì 23 ottobre quando il film uscirà nelle sale di tutta Italia. “Soap Opera nasce da una mia idea di rappresentazione teatrale di 7 anni fa, doveva essere in 4 puntate. L’ho riscritta per il cinema, gli attori si sono sentiti coinvolti da subito” ha affermato Genovesi. La commedia, un po’ fuori dai canoni tradizionali di quella classica italiana a cui siamo abituati, trova la sua ambientazione in una palazzina in cui si intrecciano le vite dei protagonisti che alla fine risulteranno condizionarsi in maniera quasi reciproca. “I colori caldi della palazzina la rendono accogliente ed un posto in cui tutti vorrebbero vivere, in contrapposizione netta al freddo ed alla neve della strada – ha proseguito il regista – questo è il mio mondo ed il mio tipo di ironia. Il film racconta cose semplici e mette dentro tante cose, tante situazioni reali che possono capitare nella vita di tutti i giorni”. L’idea di cinema del regista è ben chiara, ed è quello che si augura possa provare il pubblico quando entra in sala. “Quando sono al cinema immagino una realtà differente da quella che vivo, spero che il film mi proietti in un’altra realtà. La realtà di oggi non mi piace, portarla al cinema mi sembra troppo….”

Tomas Milian – “La mia resurrezione si chiama Roma”. Queste le parole di un commosso Tomas Milian, primo vero personaggio dell’apertura del Festival. Finalmente tornato a Roma, è stato insignito del Marc’Aurelio Acting Award alla carriera, straordinaria come poche quella dell’82enne attore di origine cubane. La decisione di conferire questo riconoscimento a Milian risiede nella considerazione che l’attore è diventato nel corso del tempo uno dei simboli stessi della romanità al cinema insieme a figure del calibro di Alberto Sordi e Carlo Verdone. L’affetto incondizionato del popolo e della città tutta di Roma ne sono la prova inconfutabile. Si è celebrato non solo un legame vivo e indissolubile di un artista con la sua città d’elezione ma, soprattutto, si è reso omaggio ad un talento impareggiabile del cinema del ventesimo secolo.

Tomas Milian

27 aprile 2014 – Nel pomeriggio è stato presentato, tra gli eventi speciali del Festival, un eccezionale docufilm in 3D sulla Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II del 27 aprile scorso. E’ nato dalla consapevolezza di aver vissuto un momento storico unico, forse irripetibile: Papa Francesco, con la presenza del Papa Emerito Benedetto XVI, proclama santi due tra i papi più amati del secolo scorso. Dario Fo, Pupi Avati, Aldo Grasso e Monsignor Dario Edoardo Viganò (Direttore del Centro Televisivo Vaticano), sono state le testimonianze più autorevoli di questo racconto intimo ed emozionale che parte dalla Canonizzazione e ne racconta il dietro le quinte tracciando un approfondimento sulle figure dei due Papi santi e di Papa Francesco, con immagini di archivio dei tre Pontefici arricchite da immagini inedite di Papa Francesco al momento della sua elezione prima di presentarsi al mondo intero. Un viaggio che attraversa i luoghi esclusivi del Vaticano: dall’Archivio Segreto, alla scala di Pio IX, il Braccio di Costantino, la Sala Ducale e la Sala Regia, alla Cappella Paolina e la Cappella Sistina, all’Aula delle Benedizioni ed il Balcone del Papa per terminare il suo percorso in Piazza San Pietro eccezionalmente deserta per l’occasione e culminare in un finale cinematografico con spettacolari vedute aeree di Roma (anch’esse esclusive). Il docufilm è nato da una collaborazione tra il Centro Televisivo Vaticano e Sky e sarà trasmesso in prima visione esclusiva su Sky 3D il 17 ottobre alle ore 21.10.

27 aprile 2014 racconto di un evento_27

Scrivi