Fiumefreddo (CT). Il sessantaseienne Leonardo Previti, con precedenti penali, è stato ucciso con sette colpi di pistola ieri intorno alle 19 in via Ponte Minissale.

La vittima è stata colpita, probabilmente da più di un killer, davanti al suo garage appena sceso dalla sua Renaul 4.

Sono stati effettuati i rilievi da parte dei militari della Sezione Investigazioni Scientifiche che non hanno trovato i bossoli sulla scena del crimine.

Per gli inquirenti si tratta di un delitto di mafia. Il Previti sei anni fa era stato arrestato con l’accusa di essere affiliato al clan Brunetto, vicino ai Santapaola, ed era stato sottoposto a sorveglianza dopo il tentativo di rapina ad un ufficio postale.

A coordinare le indagini il pubblico ministero Marco Bisogni.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi