Fondazione Lene Thun: al Policlinico di Catania un anno di sorrisi, una storia modellata da piccoli angeli

di Agnese Maugeri, foto servizio Vincenzo Musumeci

Catania –L’azienda altoatesina Thun è un marchio di ceramiche conosciuto e apprezzato nel mondo, ma vi è Listener-7un’altra faccia meno imprenditoriale ma volta a un constante impegno sociale. La Fondazione Lene Thun Onlus, è nata dieci anni fa per volere del conte Peter Thun che ha dato vita alla onlus bolzanina in memoria dell’adorata madre, la Contessa Lene, artista e appassionata ceramista.

La fondazione è impegnata nella realizzazione di progetti di “terapia ricreativa”, gestendo laboratori ceramici professionali all’interno degli ospedali, offrendo gratuitamente alle strutture, ai pazienti e alle loro famiglie, la possibilità di manipolare l’argilla affiancati da un grande team. L’efficacia di una terapia ricreativa abbinata a quella farmacologica, è riconosciuta scientificamente poiché manipolare la ceramica reca nel paziente, in particolar modo nei bambini, lo sviluppo della sfera emotiva e quindi un approccio alla socializzazione e all’autostima, ampliando i presupposti per ricevere cure.Listener-16

L’attività si concentra nei reparti di oncoematologia pediatrica e in alcuni reparti di neuropsichiatria infantile; a Catania già da un anno è attivo il laboratorio di modellazione ceramica nel reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Vittorio Emanuele. Il laboratorio, che si svolge una volta la settimana, ha coinvolto oltre 200 bambini e ha permesso di erogare circa 190 ore di modellazione ceramica, sotto la guida del team della Fondazione, composto da 15 persone, tra ceramisti e volontari che hanno seguito un adeguato percorso formativo che, proprio come gli angeli, statuetta simbolo della ceramica Thun, accompagnano i piccoli pazienti in questi gioiosi momenti lontano dalle terapie mediche. Tutto questo è stato possibile grazie al supporto della Struttura Sanitaria e in particolare della dottoressa Giovanna Russo, Listener-3Direttore Emato-Oncologia pediatrica di Catania, e della dottoressa Cinzia Favara, psicologa del reparto.

Dal 19 novembre 2014, giorno dell’inaugurazione del laboratorio, sui tavoli del reparto sono state realizzate con l’argilla più di 1000 opere, molte di esse oggi compongono il colorato mosaico del “Bosco”, esposto nell’atrio dell’ospedale. Da settembre, nei laboratori di tutta Italia i piccoli artisti hanno creato una sfera di ceramica che esprimesse il proprio desiderio, le riproduzioni di queste sfere sono state utilizzate per addobbare il grande Albero di Natale del Vaticano in Piazza San Pietro, mentre gli originali in ceramica sono rimaste esposte per più di un mese nella sala Paolo VI, prestigiosa aula delle udienze papali. Proprio qui si è avverato un altro sogno, il 18 dicembre scorso duecento bambini e ragazzi di tutta Italia, tra cui una folta delegazione dalla Sicilia, hanno incontrato il Santo Padre in un’udienza privata.Listener-18

Il conte Peter Thun, in occasione del primo anno del laboratorio di ceramica presso il Policlinico di Catania, ha voluto festeggiare questo particolare compleanno con una grande cena. L’evento presentato dalla giornalista Sarah Donzuso si è tenuto presso lo splendido Palazzo Biscari, prestigiosa cornice per un incontro così importante; presente alla serata, tra tanti illustri ospiti, l’impreditrice Teodora Grazia Marletta neo editrice di Sicilia Journal.

Listener-21Un gala all’insegna della solidarietà e della sensibilizzazione per promuovere i virtuosi progetti umanitari che la Fondazione Lene Thun Onlus attua nel nostro paese, per alleviare il soggiorno negli ospedali dei più piccoli. Tra buon cibo e giochi, mirati ad una proficua raccolta fondi, la serata si è conclusa con un ottimo risultato. Ancora una volta la città del vulcano ha mostrato un grande cuore seguendo lo spirito e le parole della Contessa Lene “Donare gioia a se stessi ed agli altri”

Agnese Maugeri

Foto servizio: Vincenzo Musumeci

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Agnese Maugeri

Divoratrice di libri con una brutta dipendenza adoro “sniffare” quelli nuovi. Logorroica, lunatica, testarda. Amante del teatro, ballerina mancata, l'altezza (esagerata) ha infranto il mio sogno. Appassionata di cinema, tutto ma non horror. Scrittrice per indole, il modo più istintivo per sentirmi bene, prendere carta e penna e scrivere Aspirante giornalista per vocazione e CakeDesigner per diletto. Non sto mai ferma puoi incontrarmi mentre recensisco un evento, una prima o un vernissage, con in borsa un libro e biscotti per ingannare l'attesa!

Post correlati

Scrivi