CATANIA – Si avvia a soluzione la vicenda degli stipendi di luglio dei forestali siciliani impegnati nel servizio antincendio, su cui le segreterie provinciali di FLAI-CGIL, FAI-CISL e UILA-UIL avevano minacciato ieri forti iniziative di lotta. Al termine di un incontro fra le Direzioni Regionali di Azienda Forestale e Ispettorato Forestale, è stata trovata la soluzione che permetterà di emettere i decreti e provvedere ai pagamenti arretrati. La querelle era nata dall’unificazione fra i settori manutenzione e antincendio, con le competenze sul personale affidate dell’Azienda Forestale e l’organizzazione del servizio all’Ispettorato, unificazione che ha creato, di fatto, un conflitto di attribuzioni.

Lunedì prossimo, inoltre, le organizzazioni sindacali incontreranno il Governo Regionale per affrontare gli altri nodi irrisolti del mondo della forestazione siciliana. L’Azienda Forestale ha, infine, reso noto che al massimo fra una settimana verranno avviati al lavoro gli operai forestali 78isti che, in provincia di Catania, sono circa un migliaio.

Scrivi