ACIREALE – Nei giorni scorsi è iniziato il corso di formazione, “I beni culturali ecclesiastici tra conoscenza e valorizzazione”, promosso da monsignor. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, don Carmelo Sciuto, direttore Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici e l’Associazione Culturale Cento Campanili. Il percorso formativo si concluderà il 30 novembre ed avrà come sedi Acireale e Castiglione di Sicilia: per i vicariati I-IV la sala conferenze del Museo della basilica di San Sebastiano Martire (piazza L.Vigo, 21 Acireale); per i vicariati V-VI l’oratorio parrocchiale della chiesa Maria SS. del Carmine (piazza S. Martino, Castiglione di Sicilia).

10703767_4998223568791_5666528053228958793_nL’iniziativa, articolata in lezioni frontali, lezioni itineranti e visite ad alcuni luoghi di culto per una durata complessiva di 50 ore, a cui hanno aderito in numerosi, soprattutto studenti delle scuole secondarie di secondo grado nonché universitari, ha l’obiettivo di mettere in evidenza il valore storico-artistico dei beni culturali custoditi all’interno del territorio diocesano. Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con l’indicazione del percorso formativo e agli studenti universitari si darà la possibilità di maturare 2CFU. Per gli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado è stato bandito un concorso per l’assegnazione di una borsa di studio (buono acquisto) del valore di € 200,00: il vincitore sarà selezionato in base alla realizzazione di un elaborato, avente come oggetto uno degli argomenti trattati durante le lezioni.

Il corso si avvale della presenza di docenti ed esperti in campo storico, artistico ed ecclesiastico ed è suddiviso in sei sessioni, in cui verranno approfondite specifiche tematiche, attraverso le quali veicolare la comprensione dell’inestricabile intreccio del connubio tra arte e fede, dunque la genesi dell’opera sacra, riletta e studiata con l’ausilio di elementi appartenenti all’ambito pastorale. La I sessione “Beni culturali ecclesiastici, catechesi e valorizzazione” si è svolta nei giorni 10 ed 11 ottobre, di seguito le altre suddivisioni del percorso formativo: II sessione -“Beni culturali ecclesiastici, catechesi e liturgia (I)” 17-18 ottobre; III sessione -“Beni culturali ecclesiastici, catechesi e liturgia (II)” 24-25 ottobre; IV sessione -“Beni culturali ecclesiastici: storia, arte, valorizzazione (I)” 31 ottobre; V sessione -“Beni culturali ecclesiastici, conservazione e valorizzazione 8, 14, 15 e 20 novembre; VI sessione -“Beni culturali ecclesiastici: storia, arte, valorizzazione (II)” 21-22 novembre. Particolare attenzione sarà rivolta al ruolo dei volontari nell’ambito della valorizzazione delle opere d’arte e delle strutture ecclesiastiche, nonché ad alcune strutture diocesane, come l’Archivio storico, la Biblioteca centrale ed il Museo diocesano.

La “Didattica museale e catechesi dell’arte”, il 29 e il 30 novembre, concluderà il percorso formativo, con la visita guidata alle chiese del centro storico di Acireale (chiese S. Maria del Suffragio, S. Maria delle Grazie, S. Antonio di Padova, S. Maria dell’Odigitria; basiliche Maria SS.ma Annunziata, SS. Pietro e Paolo, S. Sebastiano Martire), a cura dell’Associazione Cento Campanili (fondata nel 2003, ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico della diocesi di Acireale).

 Antonella Agata Di Gregorio

Scrivi