Scosse telluriche all’interno di Forza Italia in Sicilia: è scoppiata una focosa polemica tra il coordinatore Vincenzo Gibiino e Saverio Romano per le nomine dei coordinatori catanesi.  Enzo Gibiino non ha fatto nemmeno in tempo a formalizzare gli incarichi che l’ex Udc ed ex Pid, sul suo profilo facebook, gli lancia contro i suoi strali.

“Leggo dalla pagina facebook del coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia –che il senatore Vincenzo Gibiino sta procedendo a nominare coordinatori, a distribuire incarichi e medaglie in tutto il territorio siciliano. Senza voler entrare nel merito delle scelte degli eventuali beneficiati, rilevo l’illegittimità delle nomine, non prevista e non coperta da previsioni statutarie. In un momento – e il senatore Gibiino lo sa bene – in cui il presidente Berlusconi sta compiendo uno sforzo teso a mantenere unito il partito di Forza Italia, questo sembra un dito nel suo occhio. Voglio sperare che fra i tanti fake ricorrenti sui social network, questo sia uno di quelli che verrà tempestivamente denunciato e rimosso”.

Ma non si tratta per niente di uno scherzo perché di lì a poco Vincenzo Gibiino ufficializza le nomine con un comunicato stampa: “Con queste nomine si avvia la prima fase di organizzazione del movimento nel catanese; il 30 novembre scadrà, infatti, il termine per l’adesione a Forza Italia, dal 15 dicembre si avvierà la fase assembleare che coinvolgerà tutti i comuni siciliani. Sabato 22 novembre, a Villa Itria (Viagrande), a partire dalle ore 10.30, alla presenza del coordinatore regionale, dei coordinatori provinciale e cittadino, dei parlamentari, dei sindaci, degli amministratori e quadri dirigenti si terrà la prima giornata di lavoro. All’ordine del giorno le adesioni, le altre nomine nel territorio della provincia di Catania, la linea politica”. Ecco gli incarichi indigesti a Romano: coordinatore provinciale, Basilio Catanoso, vice coordinatore vicario, Giuseppe Arcidiacono (medico cardiologo). Coordinatore della città di Catania, Dario Daidone, vice coordinatori Giacomo Bellavia e Luca Sangiorgio. Coordinatore provinciale seniores, Rosario Vita.

Nomine che equivalgono a una vera e propria dichiarazione di guerra tra il leader siciliano di Forza Italia, Enzo Gibiino, e il deputato, Saverio Romano, i quali rispecchiano le due anime in cui è attualmente diviso il partito: il primo rimasto sempre fedele a Berlusconi, il secondo gravita intorno a Raffaele Fitto.

A breve ne sapremo delle nuove sulla profonda frattura che si è aperta tra gli azzurri, la quale potrebbe prefigurare una scissione di Romano.

Vincenzo Adalberto

 

Scrivi