di Maria Morelli

 

Le Giornate dell’Arancia Rossa di Francofonte giungono alla loro 7° Edizione, l’ 11, 12 e 13 Marzo all’interno dei Giardini Pubblici. La manifestazione sarà caratterizzata da degustazioni di prodotti tipici a base di Arance rosse, spettacoli con artisti di strada, balli antichi e moderni a cura delle scuole di ballo locali e visite guidate presso i siti storico-culturali di Francofonte. Gli stand saranno posizionati a cornice del corso principale con ammiccanti prodotti, ma su tutti domina il “Rosso Tarocco” che la fa da padrone alla grande, offrendo la possibilità di essere acquistato a prezzi veramente contenuti, così da fornire molte scorte del succulento frutto rosso. Un momento importante verrà dedicato al convegno che ha per titolo: “Arancia quale futuro”, dove si confronteranno pareri e idee di relatori di elevato spessore tecnico-culturale.

“Desideriamo far emergere le eccellenze della nostra città e del nostro territorio, per questo si chiede la massima collaborazione ai cittadini. Impegniamoci affinché Francofonte venga apprezzata e valorizzata!”, queste le parole del sindaco Arch. Salvatore  Palermo.

La manifestazione è un’ottima occasione per visitare il paese. Partendo da largo Botteghelle, punto focale della vita contadina di fine Settecento e percorrendo la via Garibaldi dove c’ è la chiesetta di San Cristoforo costruita per i viandanti. Tra i numerosi palazzi neoclassici, il tempietto della Santa Croce, una cappella votiva dove si fermavano i contadini di ritorno dai campi. Dopo un rapido passaggio al Belvedere, per ammirare da un punto di vista insolito il maestoso Etna e il mare di Priolo, si prosegue per via Umberto dove si trova la casa natale dello scrittore Matteo Gaudioso. E poi il portale della chiesa di Sant’ Antonio da Padova, la chiesa di Sant’ Anna e Palazzo Belfiore, esempio di barocco siciliano opera degli scalpellini Montalto e Cultrera, la Chiesa Madre con le tele attribuite a Pietro Novelli, e la chiesa di San Gerolamo con annessa torretta dell’orologio. Immancabile una visita alla “Salita in Discesa”, il tratto di strada statale che collega Francofonte a Vizzini che, per uno strano gioco di illusione ottica, sembra un percorso in salita pur essendo, in realtà, in discesa.

Maria Morelli

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi