Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA – L’idea è quella di aiutare le aziende ad avere nella propria struttura giovani laureati. Oggi, nostro  malgrado c’é un continuo flusso di giovani laureati che lasciano la Sicilia, per cercare fortuna e lavoro altrove. ” Fuga di Cervelli ” per negligenza e per mancanza di attenzione della nostra politica locale. Le aziende Siciliane non riescono ogni mese a pagare i contributi e indirettamente non assumendo contribuiscono alla grande fuga. Ottima l’idea è l’intuizione dell’On.le Gianfranco Vullo, ha presentato un disegno di legge all’Ars per il finanziamento di un bonus a favore delle aziende che assumono giovani laureati . La Terza commissione ARS , ha iniziato l’esame del disegno di legge . Parecchi sono i gruppi parlamentari a favore. La nostra associazione ha iniziato una raccolta firme a sostegno  ( fino ad oggi raccolte 534 firme ) ed è stata sentita mercoledì scorso in merito all’utilità del bonus . Il nostro contributo , mira oltre alla raccolta firme a sostegno a sensibilizzare  la Regione Sicilia a condividere e attuare una piattaforma online per aiutare e indirizzare i giovani laureati e le aziende disponibili all’uso del bonus. Una simile esperienza con una più ampia offerta attualmente è funzionante in Regione Toscana ” Giovani Si “.   I fondi sono stati individuati, la commissione è in gran parte favorevole , adesso bisogna convincere tutti i 90 Deputati per la definitiva approvazione . Nei prossimi giorni, la ns. associazione presenterà la proposta dell’On.le Vullo a tutti i Rettori delle Università Siciliane per avere e creare coesione con relativo consenso.

Carlo Cittadino,    Associazione Kataneconomie


-- SCARICA IL PDF DI: Fuga dei cervelli, un bonus per i giovani laureati siciliani --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata