CATANIA − I Carabinieri della Stazione di Sant’Agata Li Battiati  e del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania, hanno arrestato, nella flagranza, il 24enne Raclia Aurelian Viorel, la madre, la 55enne Raclia Filica, ed altre due sorelle di 32 e 31 anni, tutti senza fissa dimora e ritenuti responsabili del concorso in furto aggravato.
I militari, proprio per porre un argine significativo ai furti di rame, sempre più frequenti nella zona, hanno pianificato dei servizi notturni pattugliando i punti nevralgici della cittadina riuscendo, stanotte, a cogliere sul fatto il quartetto. In perfetta simbiosi, l’uomo e le tre donne, dotati di attrezzi idonei allo scopo, erano riusciti a sfilare del cavo elettrico della pubblica illuminazione di Via Turi Ferro, accumulandone ben 30 matasse del peso di circa 1.000 chili. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’ente preposto mentre gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa di essere tradotti dinanzi al giudice per la direttissima.

IMG-20151103-WA0001 RACLIA_AURELIAN VIOREL_25091991_3193_ROMANIA RACLIA_FILICA_06011960_3192_ROMANIA

Scrivi