CATANIA – Sui ritardi nei pagamenti alle aziende, da parte della Regione Siciliana, relativamente ai tirocini di “Garanzia giovani” interviene il segretario generale dell’Unione territoriale del lavoro della Ugl di Catania, Carmelo Mazzeo: “Riceviamo quotidianamente lamentele da parte di numerosi tirocinanti che sono stati assunti grazie a “Garanzia giovani”, poiché ormai da diversi mesi non ricevono le spettanze previste dal progetto stesso. A Catania stiamo registrando una situazione vergognosa ed inaccettabile dove centinaia di ragazze e ragazzi, pur continuando il percorso formativo, attendono la liquidazione dei compensi da parte dell’Inps, il quale a sua volta non ha ancora ricevuto i fondi dalla Regione Siciliana. E’ inutile – incalza Mazzeo – che il governo Crocetta fa annunci roboanti per poi scaricare sui poveri giovani lavoratori i clamorosi flop dovuti all’inadeguatezza sia politica, che amministrativa. Non si può, infatti, far partire un progetto del genere senza la sicurezza delle coperture finanziarie rischiando oltretutto di finire in overbooking rispetto all’effettiva consistenza delle risorse economiche esistenti. Questo è il frutto di un’ormai acclarata improvvisazione che sta mettendo seriamente a repentaglio anche la fase 2. Chiediamo al presidente Rosario Crocetta ed all’assessore al ramo Gianluca Miccichè di rimediare immediatamente, trovando i fondi necessari a chiudere la fase 1. Inoltre, pretendiamo rassicurazioni riguardo il futuro di “Garanzia giovani” ed in particolare ci appelliamo ai vertici del governo regionale affinchè lo stanziamento previsto per la nuova annualità non venga assolutamente distratto per altri scopi. I nostri giovani prima di tutto meritano rispetto e poi esigono chiarezza perché quella che per loro è una speranza per entrare nel mondo del lavoro non può diventare una nuova delusione – conclude il leader etneo dell’Ugl.”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi