di Mariagrazia Miceli

Gli sguardi, i gesti, le emozioni di un popolo devoto che accompagna le celebrazioni nei giorni cruciali della festa sono i veri protagonisti di “Gente di Agata”, la mostra fotografica del messinese Alessandro Romeo che s’inaugurerà domenica 1 febbraio alle 18.30 nella galleria Kōart di via San Michele 28 a Catania. Sedici immagini, forti e stranianti, punto d’arrivo di un lungo ed intenso reportage per le vie catanesi. Una prospettiva originale che indaga il Sacro e il Profano all’interno di riti comunitari saldamente legati alla tradizione.
I lavori dell’artista verranno introdotti e commentati da Dora Marchese, dottore di ricerca in Filologia Moderna e Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania, e Aurelia Nicolosi, direttrice artistica dello spazio Kōart, volto alla promozione di creativi in grado di dialogare significativamente con il territorio e con i nuovi scenari dell’arte contemporanea.
“La mostra vuole essere un omaggio ad una delle feste religiose più importanti al mondo” afferma la Nicolosi, “un racconto per immagini che coglie la passione dei devoti e della gente comune. La location godrà di un’illuminazione dall’alto profilo tecnico curata da Marzia Paladino (LadyLed), indispensabile per rendere lambiente più accogliente e idoneo alla lettura delle opere”.
Alessandro Romeo ha pubblicato racconti per immagini, collaborato come photo editor ed organizzato corsi di fotografia giornalistica. Ha vinto nel 2013 la prima edizione di Young FaCTory, premio per artisti emergenti nella fiera di arte contemporanea Art FaCTory 03, il concorso fotografico nazionale ANCE|Catania Paesaggi Urbani e nello stesso anno ha esposto a Budapest all’interno de ‘La Grande Migration’, mostra curata dalla storica dell’arte Delia Vekony. Nel 2014 si è piazzato al primo posto nella categoria Fine Art – Landscape e Nature – Landscape al PX3, Prix de la Photographie Paris 2014 e ricevuto la mensione d’onore dall’Ipa, International photography awards.
La rassegna, realizzata in collaborazione con l’Associazione FUND4ART ed inserita nel circuito del progetto di riqualificazione del centro storico Centrocontemporaneo, sarà visitabile tutti i giorni fino al 15 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.

Scrivi