PALERMO – “Gli ultimi sviluppi delle indagini sul sistema degli appalti in Gesap, che configurano reati gravissimi, confermano quello che da tempo denunciamo – dicono i consiglieri comunali di Palermo Paolo Caracausi e Filippo Occhipinti (Idv) -. Chiediamo inoltre che la Corte dei conti indaghi sui bilanci precedenti, in particolare quello del 2011, e sui contratti con i vettori low cost. Ricordiamo che negli anni passati sono stati chiesti ai soci pubblici, e quindi anche ai palermitani, consistenti aumenti di capitale: al solo Comune di Palermo oltre 15 milioni di euro per coprire le perdite di questa gestione che oggi è indagata per reati contro la collettività e il bene della società. Chiederemo con l’ausilio del nostro partito un intervento di Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anti corruzione, per fare piena luce sulla vicenda. È chiaro che in queste condizioni la privatizzazione non può andare avanti e bisogna tutelare chi lavora onestamente alla interno dell’azienda”.

Scrivi