Si sta per chiudere un anno difficilissimo, con una crisi in tutti i settori produttivi e un governo che non vuol vedere le esigenze dei lavoratori. Il 2014 è stato l’anno delle contraddizioni sociali, del jobs Act e dello stop all’articolo 18. Non potremo dimenticarlo; alle lavoratrici e ai lavoratori siciliani auguriamo un 2015 di occupazione, diritti e opportunità nuove. È difficile fare previsioni, ma di certo rimarremo a fianco dei lavoratori come accade da 100 anni a questa parte.
Giacomo Rota, segretario generale della Camera del lavoro di Catania

Scrivi