GIARRE – Una figura controversa, ma decisamente eclettica, geniale pur non innovativa. Una personalità variegata e passionale nella vita e nel lavoro. Autore di sole dodici opere eppure considerato uno dei massimi operisti della storia. E’ il grande Giacomo Puccini. A lui una associazione nata da poco a Giarre, costituita da giovani musicisti, renderà omaggio con un calendario che coinvolgerà la città, con l’occhio strizzato soprattutto ai giovani, con l’obiettivo di far cononosce e apprezzare una musica immortale.

L’Associazione musicale “Giacomo Puccini Città di Giarre”, presieduta da Fabiano Orfila, con il patrocinio del Comune di Giarre, desiderosa di rinnovare la memoria artistica del noto compositore lucchese, considerato tra i massimi esponenti della storia del melodramma, organizza l’evento musicale “In ricordo di Giacomo Puccini”. La nuova realtà giovanile musicale dell’hinterland Jonico-Etneo, presenterà un articolato programma, con esibizioni di diversi musicisti, che sapranno accontentare tutti gli appassionati e gli amanti della musica colta. Il calendario sarà aperto con una cerimonia inaugurale della sede artistica del sodalizio musicale. L’inaugurazione e l’Open day della nuova scuola di musica è fissato per sabato 5 novembre prossimo, dalle ore 19.30 alle  22.30 nel PalaCulture di piazza Macherione 1, con la partecipazione degli studenti dell’istituto superiore di secondo grado “Giovanni Falcone” di Giarre.  L’Open day dei corsi di formazione musicale “Suoni, esperienze ed incontri sui nuovi corsi musicali”, si terrà invece domenica 13 novembre dalle ore 17.30 alle 20.30 sempre nel PalaCulture, di piazza Macherione 1.  Per domenica 20 novembre alle ore 20, nel “Salone degli specchi” del Municipio di via Callipoli 81 è prevista l’esizione del quartetto di flauti “La compagnia di Aura” dal titolo “Puccini, l’ultimo dei grandi. Si esibiranno Ines Nicolosi Rosario Tizzone, Mattia Scandurra, Antonino L.E. Berro, tutti flautisti, con la partecipazione del soprano Ausilia Arrigo, che eseguiranno musiche di A. Tcherepnin, G. Faurè, G. Verdi e G. Puccini. Domenica 27 novembre, alle ore 19 il maestoso Duomo S. Isidoro Agricola, ospiterà il concerto per organo “Non solo Puccini” di Ludovico Camarda, organista, che avrà l’onore di far tornare a suonare il grandioso organo a canne, opera dei fratelli Serassi da Bergamo. Lo strumento fu commissionato da don Salvatore Fiamingo nel 1865, per un costo di circa 1000 onze.b Il sontuoso strumento costituisce l’opera nº 683 ed è posto in abside, collocato su una cantoria lignea riccamente decorata. I Registri, 57 in totale, sono azionati da altrettante manette ad incastro. In totale il numero delle canne si aggira attorno alle 2100-2200 unità.  Ludovico Camarda eseguirà musiche di Padre Davide Maria da Bergamo e Giacomo Puccini. Il calendario musicale concepito dal direttore artistico Salvatore Emanuele Puglisi, si concluderà nel Salone degli spechi del Municipio di via Callipoli 81, martedì 29 novembre, alle ore 20, con il concerto “In ricordo di Giacomo Puccini”, un recital pianistico e commemorazione sulla figura di Puccini  che avrà come protagonista il pianista Dino Lavenia, che eseguirà musiche di  Franz Liszt e Giacomo Puccini.

Mario Pafumi


-- SCARICA IL PDF DI: Giarre, giovanissimi omaggiano Puccini. Tornerà a suonare l'imponente organo Fratelli Serassi del Duomo --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata