GIARRE – A partire dalle 9.30, nell’aula consiliare del Municipio di Giarre, una cerimonia istituzionale in memoria di quattro personalità illustri native della città jonica e di riferimento per il panorama culturale nazionale: il poeta e patriota Giuseppe Macherione (1840-1861), il filosofo Michele Federico Sciacca (1908-1975), il giornalista Alfio Russo (1902-1976), lo storico e politico Rosario Romeo (1924-1987). L’iniziativa rientra nel calendario delle celebrazioni del Bicentenario della fondazione del Comune di Giarre (1815-2015) ed è organizzata in collaborazione con la Società giarrese di Storia, Patria e Cultura.

La vita e le opere di tali figure verranno rievocate dagli studiosi Nicolò Mineo (Romeo), Anna Castiglione Garozzo (Macherione), Carmelo Turrisi (Sciacca), Isidoro Barbagallo (Russo). Alla cerimonia prenderanno parte i componenti di Giunta e Consiglio comunale; autorità civili e militari; i sindaci dei Comuni un tempo ricompresi nella Contea di Mascali: Riposto, S. Venerina, Milo, Sant’Alfio, Mascali; le rappresentanze studentesche di: Liceo Classico “Amari”, Liceo Scientifico “Leonardo”, I Istituto comprensivo (Plesso “Ungaretti”), III Istituto comprensivo (Plesso “Macherione”).

Per il sindaco di Giarre, Roberto Bonaccorsi, «Si tratterrà di una giornata dall’alto valore simbolico e rievocativo, metteremo infatti in connessione passato, presente e futuro della città di Giarre nel segno del ricordo dei nostri concittadini più illustri, le cui opere e contributi sono ancora oggi centrali nel dibattito culturale, letterario, storico d’Italia». A seguire, infatti, saranno proprio gli studenti a rendere omaggio alle quattro personalità nei luoghi della città di Giarre dove tali figure vengono ricordate, deponendo una corona d’alloro: via Calderai (lastra marmorea dedicata a Romeo), via Callipoli (lastra marmorea dedicata a Sciacca), Villa Margherita (busto di Macherione), Parco giardino di Macchia (busto di Russo).

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi